Persone

Denis Verdini

Denis Verdini (l'8 maggio 1951 a Fivizzano Massa-Carrara) è un commercialista e politico italiano.

Laureato in scienze politiche ha esercitato per lungo tempo la professione di commercialista . È stato anche assistente docente di Storia delle dottrine economiche all'università Luiss di Roma nell'anno accademico 1996-97. Per 20 anni (fino al 2010) è stato presidente del Credito cooperativo fiorentino. Coinvolto nel crac dell’istituo di credito a marzo del 2017 è stato condannato in primo grado a 9 anni di reclusione e interdizione perpetua i pubblici uffici per bancarotta e truffa ai danni dello Stato e per presunte truffe allo Stato nei contributi dell'editoria.

Carriera politica: prima repubblicano e poi coordinatore nazionale di Forza Italia è stato eletto alla Camera nel 2001, 2006, 2008 . E’ senatore eletto nel 2013 con il Pdl e nel 2015 ha fondato il gruppo parlamentare Ala (Alleanza liberalpopolare – Autonomie). Verdini è stato anche artefice e sostenitore del cosiddetto “Patto del Nazareno” l’accordo politico siglato tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi.

E’ stato socio fino al 2015 del quotidiano il Foglio con una partecipazione del 21%.

Vive a Firenze, si è sposato due volte e ha tre figli: Tommaso, Francesca e Diletta.

Ultimo aggiornamento 19 gennaio 2018

Ultime notizie su Denis Verdini

    Bancarotta, Verdini condannato a 4 anni e 4 mesi

    Il tribunale di Firenze ha condannato stasera in un processo per bancarotta preferenziale sul crac di società edili Denis Verdini a 4 anni e 4 mesi e gli imprenditori di Campi Bisenzio Ignazio Arnone, a 3 anni e 4 mesi, e il figlio Marco Arnone a 2... Il pm di Firenze Luca Turco aveva chiesto la condanna a 6 anni per Denis Verdini e per i due imprenditori, Ignazio e Marco Arnone, padre e figlio, il pm Turco ha chiesto 1 anno e 3 mesi di condanna riconoscendo le attenuanti generiche per la...

    Condannato in primo grado Arcicasa per la truffa immobiliare all'Enpap

    Stralciata invece la posizione del senatore Denis Verdini (Pdl) - perché il fatto non costituisce reato- che, avendo ricevuto da Conti un milione di euro come finanziamento forse a seguito di questa compravendita era entrato nell’inchiesta.

    – di Federica Micardi

    Gli Angelucci fanno marcia indietro su Panorama

    Nonostante le affinità politiche, Angelucci è un parlamentare di Forza Italia, e la mediazione di un personaggio del calibro di Denis Verdini, per anni braccio d e oggi oggi presidente della società editrice degli Angelucci, il matrimonio Libero-Panorama non è andato in porto.

    – di Simone Filippetti

    Denis Verdini indagato, interessò Luca Lotti per la nomina del giudice Mineo a Palazzo Spada

    Denis Verdini è stato indagato a Messina per finanziamento illecito. ... Il ruolo di Denis Verdini Il ruolo dell’ex senatore di Ala, Verdini, è illustrato dall’avvocato Piero Amara, il grande manovratore di presunti accordi illeciti, un sorta di faccendiere in grado di mettere insieme dirigenti, imprenditori, professioni e magistrati, tutti presumibilmente legati da un unico filo corruttivo.

    – di Ivan Cimmarusti

    Corruzione: nasce l'Osservatorio basato sui big data

    L'idea: monitorare i big data prodotti da oltre 150 milioni di fonti online, tra testate giornalistiche e social network. Lo strumento: una piattaforma ad hoc a disposizione di cittadini, ricercatori e giornalisti, sviluppata in collaborazione con l'agenzia Accurat, per valutare in tempo reale lo

    – di Manuela Perrone

    La Rosatellum-story, una legge che ha punito chi l'ha votata

    Come da previsioni, il Rosatellum bis non ha prodotto una maggioranza. E subito è scattato il processo a una legge elettorale che ha avuto una gestazione a dir poco tormentata. Come è nata questa riforma? Chi l'ha voluta? Vale la pena ripercorrere la Rosatellum-story.

    – di Mariolina Sesto

    Assenteisti ma ricandidati: i casi Angelucci e Ghedini

    Antonio Angelucci è in assoluto il deputato che ha frequentato meno la Camera nel corso della legislatura appena conclusa: assente nel 99,59% delle votazioni (dati Openpolis); Cinzia Fontana dal 2013 non ha mai mancato una seduta di Montecitorio. Il primo è stato ricandidato dal suo partito, Forza

    – di Riccardo Ferrazza

    Elezioni, liste dimezzate dalla necessità delle firme: corrono in 42

    Quarantadue liste in corsa: 35 in Italia e 7 all'estero. E' questa la fotografia che si ricava consultando la sezione "elezioni trasparenti" del sito del Viminale, dove a partire dal 31 gennaio sono pubblicati statuto, programma e capo politico. Una drastica riduzione rispetto agli 84 contrassegni

    – di Andrea Gagliardi

1-10 di 613 risultati