Ultime notizie:

Demopolis

    I 9 mesi che aspettano l'Italia: tappe e scenari della crisi possibile

    Tra settembre 2018 e maggio 2019 l'Italia se la gioca. Nei prossimi 9 mesi vari eventi possono innescare attacchi speculativi e provocare una correzione di mercato - o addirittura un "bear market" o un "market crash". Le banche centrali si apprestano a togliere liquidità ai mercati; la US Federal Reserve (Fed) ha già iniziato. I mercati emergenti (emerging markets - Em) sono in sofferenza - Turchia su tutti. Il contesto italiano: la ripresa di fine 2017-inizio 2018 si è esaurita ? Nel secondo t...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    Salvini, Di Maio, e il (falso) mito del popolo contro le élite

    Alla fine, anche Matteo Salvini ha sposato l'unica definizione accettata di populismo: «Non esistono destra e sinistra, esiste il popolo contro le élite». Dove il popolo è il 50% abbondante di elettori che ha votato Lega o Cinque stelle, mentre l'élite tutto il resto: dagli odiati «radical chic»

    – di Alberto Magnani

    Perché i giovani hanno votato M5S e Lega (e lo rifarebbero ancora)

    L'esito del voto che sta sfociando nel governo Cinque Stelle-Lega è stato determinato, anche, dal consenso dei giovani. Anzi, dal dissenso, visto che il successo di Salvini e Di Maio è stato spinto più dall'insofferenza per i "vecchi partiti" che dall'adesione alle offerte dei nuovi. Secondo i dati

    – di Alberto Magnani

    Friuli-Venezia Giulia, perché il voto di oggi è diventato così importante

    Oggi è il giorno delle urne per il Friuli-Venezia Giulia, chiamato a rinnovare il suo consiglio regionale dopo cinque anni di amministrazione dell'attuale deputata Pd Debora Serracchiani. In palio ci sono 50 seggi nella Regione e diverse conseguenze su scala nazionale, dove il risultato potrebbe

    – di Alberto Magnani

    Un giovane su due non vuole votare: «I partiti non hanno niente da dirmi»

    Il prossimo 4 marzo, un blocco di oltre due milioni di cittadini potrebbe disertare le urne perché «i partiti non servono a nulla». Un pronostico quasi anonimo, rispetto ai tassi di astensionismo paventati da altri report. Se non fosse che gli elettori in questione sono gli under 25, il gruppo

    – di Alberto Magnani

    La denuncia di Oxfam: l'1% di super-ricchi si spartisce l'82% della ricchezza creata ogni anno. Al 99% vanno le briciole

    Il mondo è in mano a uno sparuto gruppo di miliardari che si spartiscono la quasi totalità della ricchezza creata. Anche quest'anno ad aprirci gli occhi sugli effetti nefasti dell'aumento della disuguaglianza è Oxfam, una confederazione internazionale di 20 organizzazioni che lavorano insieme in oltre 90 Paesi per costruire un futuro libero dall'ingiustizia della povertà. Alla vigilia del vertice di Davos, Oxfam ha diffuso il suo rapporto annuale dal titolo "Ricompensare il lavoro, non la ricche...

    – Angelo Mincuzzi

    Under 40 contro la corruzione: otto su dieci pronti a denunciarla

    La quasi totalità degli under 40 (nove su dieci) pensa che in Italia la corruzione sia capillarmente diffusa. Di questa quasi totalità l'81% è pronta a denunciarla. Sono alcuni dei risultati dell'indagine, realizzata per Riparte il Futuro dall'Istituto Demopolis, che ha analizzato un campione di

    – di S.U.

1-10 di 20 risultati