Aziende

De Agostini

De Agostini Spa è un gruppo editoriale italiano. La società è controllata dalle famiglie Drago e Boroli tramite la finanziaria B&D Holding di Marco Drago e C. Sapa, che detiene anche il 2,3% di Generali. De Agostini Spa basa il suo core business nell’editoria (attraverso Utet, De Agostini Edizioni Scolastiche, Editions Atlas, Pianeti De Agostini, Editorial Planeta De Agostini); Media e communication (De Agostini Communication, l’80% di Zodiak Entertainment e il 66,7% di Antena 3); Giochi e servizi (Lottomatica al 59,8%); e Finanza (Dea Capital al 58,3). Il gruppo è attivo sia all’Italia che all’estero.

La società è nata a Roma nel 1901 come Istituto Geografico De Agostini. Nel 1919 è stata rilevata da Marco Adolfo Boroli e Cesare Angelo Rossi, che hanno potenziato l’attività cartografica. Diventata di proprietà esclusivamente della famiglia Borioli, nel 1971 De Agostini ha diversificato l’attività grafica da quella editoriale, dando vita al gruppo internazionale. Nel 1997 la presidenza è passata a Marco Drago, che ha contribuito alla privatizzazione di Seat. Nel 2003 l’azienda ha rilevato Toro Assicurazioni Spa (ceduta poi nel 2006) e una quota della spagnola Antena 3 Television. L’anno successivo è nata la sub-holding De Agostini Editore Spa e nel 2006 DeA Capital Spa. Nel 2007 De Agostini ha acquisito il controllo di Magnolia Spa e il capitale della francese Marathon Group. Successivamente è nato Zodiak Entertainment, che ha comprato Rdf Media Group.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Marco Drago | Toro Assicurazioni | Borioli | Cesare Angelo Rossi | Television | Italia | De Agostini Editore Spa | B&D Holding | C. Sapa | Rdf Media Group | Lottomatica | SEAT | Marco Adolfo Boroli | Magnolia Spa | Marathon Group | Zodiak Entertainment | Antena |

Ultime notizie su De Agostini

    Il Gruppo 24 Ore si riorganizza in 4 aree di business

    Il Gruppo 24 Ore vara un importante riassetto organizzativo teso a focalizzare l'azione di presidio e sviluppo di specifici mercati di riferimento attraverso chiare responsabilità di business.

    – di R.Fi.

    Tim e Gedi vendono Persidera a F2i ed Ei Towers per 240 milioni

    Tim e Gedi hanno raggiunto un accordo vincolante con F2i ed Ei Towers per la cessione delle partecipazioni detenute nella società delle frequenze digitali Persidera, pari rispettivamente al 70% e al 30% del capitale, sulla base di un enterprise value pari a 240 milioni. In Borsa le azioni Tim

    – di Simona Rossitto e Andrea Fontana

    Il fondo Riverside verso l'acquisto dell'acqua Galvanina

    Il fondo internazionale Riverside tratta l'acquisto dell'acqua Galvanina. Il gruppo di Rimini, famoso per le acque minerali e posseduto dalla famiglia Mini, secondo le indiscrezioni, sarebbe vicino a un riassetto azionario. Proprio il fondo internazionale Riverside avrebbe superato la concorrenza di altri gruppi di private equity e di gruppi strategici. Ormai da qualche anno il dossier è sul tavolo di potenziali compratori, ma fino ad oggi un accordo non era mai stato trovato. Lo scorso anno, i...

    – Carlo Festa

    «Siate coraggiosi»: dal 3 al 5 torna Rovigoracconta

    Torna dal 3 al 5 maggio la sesta edizione di Rovigoracconta con il titolo "Siate coraggiosi": un invito a costruire nuove visioni, a valutare attraverso più angolazioni le difficoltà che la vita ci pone davanti, a prendere le battute d'arresto e trasformarle in occasioni di riscatto, a riconoscere

    – di S.U.

    Cda Generali, anche Del Vecchio pronto a prendere posizione

    Il mancato ingresso dei Benetton nel consiglio di amministrazione delle Generali, azionisti con oltre il 4% del capitale, è qualcosa di «ingiusto» per Francesco Gaetano Caltagirone, a sua volta socio del Leone con poco più del 5%. «Un peccato», tanto più perchè, a suo parere, il cda che verrà

    – di L.G.

    Generali, Caltagirone in affondo sulla lista presentata da Mediobanca

    Un endorsement pieno per Generali di cui detiene al momento una partecipazione del 5 per cento. A conferma che la scelta di puntare sul colosso delle assicurazioni finora non ha deluso le sue aspettative. «Siamo pienamente soddisfatti della gestione e del titolo che va bene come tutta la Borsa. La

    – di Celestina Dominelli

    Julius Baer cede Kairos: in corsa Mediobanca e Lombard Odier

    Il gruppo elvetico Julis Baer accelera sulla cessione di Kairos, la società finanziaria milanese fondata e guidata ancora oggi da Paolo Basilico. Dopo aver inviato i teaser a oltre una ventina di soggetti, ora si sarebbe passati alla fase due: dovranno quindi essere raccolte le manifestazioni d'interesse. Al lavoro è l'advisor Goldman Sachs. Il prezzo richiesto sarebbe attorno ai 400 milioni di euro. Julius Baer è entrata progressivamente nella compagine azionaria fino a prendere il controllotra...

    – Carlo Festa

    Generali, Edizione supera quota 4%, mandato al vertice per nuovi acquisti

    Edizione si rafforza nel capitale delle Generali e potenzialmente potrebbe arrivare al 5% della compagnia. Secondo indiscrezioni, la holding che fa capo alla famiglia Benetton, socia fino a poche settimane fa del 3% del Leone, avrebbe aumentato già il peso azionario portandosi intorno al 4%.

    – di Laura Galvagni e Marigia Mangano

    Il consiglio Generali a favore di Galateri: «Serve continuità»

    Il comitato nomine e il consiglio di amministrazione delle Generali, riuniti in sequenza martedì e mercoledì scorso, si sono espressi sostanzialmente per un rinnovo del board . L'auspicio del consiglio uscente, messo nero su bianco nel documento previsto dal codice di autodisciplina e pubblicato

    – di Laura Galvagni e Alessandro Graziani

1-10 di 471 risultati