Ultime notizie:

David Shrigley

    Ad Art Basel acquisti milionari

    La 50ª edizione di Art Basela Basilea ha chiuso le porte domenica 16 giugno con un bilancio di 93.000 visitatori, collezionisti da 80 paesi e più di 400 rappresentanti di musei internazionali (13-16 giugno 2019). La qualità dell'offerta si conferma sempre elevata e le gallerie si sono dichiarate

    – di Silvia Anna Barrilà

    Pension Fund (APT) vende in asta da Sotheby's alcune opere

    Per la prima volta, Artist Pension Trust (APT) "valorizza" parte della sua immensa collezione d'arte nelle prossime aste. In vendita da Sotheby's nelle prossime aste primaverili 34 opere che comprendono dipinti e sculture per un valore complessivo stimato tra 319.600 dollari e 464.200 dollari. Si

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Apre Frieze, una e trina

    C'è un modo solo, per una fiera d'arte contemporanea in espansione di riuscire nell'allargamento senza rischiare l'afflosciamento: lavorare sul proprio status di piattaforma culturale. Nata "di nicchia" (con un numero limitato ed esclusivo di gallerie che trattano artisti viventi), ampliatasi

    – di Pia Capelli

    Art Basel 2015. Resoconto di una settimana di arte e mercato da far girar la testa -

    Si è conclusa a Basilea un'altra edizione di successo di Art Basel,la fiera dell'arte moderna e contemporanea più importante del calendario, che quest'anno ha accolto 284 gallerie da 33 paesi, più di 80 gruppi e rappresentati di musei, e 98.000 visitatori attratti dalle opere di 4.000 artisti

    – di Silvia Anna Barrilà

    Nell'hotel museo si fa networking

    Tra le montagne dell'Engadina, in un albergo a 1.800 metri di altezza, il collezionista e artista svizzero Ruedi Bechtler ha raccolto una collezione d'arte contemporanea che espone nei locali dell'hotel e nella zona circostante. «I miei genitori erano collezionisti per cui sono entrato presto in

    Amplifer. It sounds good!

    Sozzano (dalle parti di Vicenza) - In un mondo normale Ben Gibbard, il cantante dei Death Cub for Cutie, avrebbe cento volte più successo di Chris Martin dei Coldplay. E sempre in un mondo normale il giovane critico Alberto Zanchetta sarebbe molto più considerato di tanti non-pensatori che copiano i comunicati stampa, curatori da lista della spesa. Qualche giorno fa mi è arrivata la comunicazione di una mostra da lui organizzata in sordina ma che intuisco valga la pena di vedere, anche se il pos...

    – luca beatrice