Ultime notizie:

David Duke

    La sindrome autodistruttiva di Donald Trump

    Non dobbiamo stupirci: da ieri il mondo degli affari ha abbandonato in massa Donald Trump. Questo presidente, afflitto da una chiara sindrome della doppia personalità, ha passato martedì un limite che nessun prima di lui negli ultimi 70 anni aveva superato: discutendo degli incidenti di

    – di Mario Platero

    Spari in Virginia, grave il numero 3 del Partito Repubblicano. Ucciso l'assalitore

    Il coordinatore della maggioranza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti, Steve Scalise, 51 anni, è stato ferito, insieme ad almeno altre quattro persone, da colpi di arma da fuoco esplosi su un campo da baseball ad Alexandria, in Virginia (molto vicino a Washington). Secondo l'ultimo

    – di Redazione online

    Trump e il beneficio del dubbio

    NEW YORK - Su un punto ci si trova tutti d'accordo, il voto dell'8 novembre per la Casa Bianca del 2016 è stato una rivoluzione dell'ordine politico conosciuto. Si aprono ora due strade, quella di una risposta conflittuale, in piazza o in Parlamento, o quella della cooperazione per gestire una fase

    – dal nostro corrispondente Mario Platero

    La «nebulosa» estremista che vota Trump

    «Siamo al momento decisivo. Me lo sento, se non eleggiamo Trump, se non ci facciamo ascoltare, ci sarà un collasso finanziario, una guerra mondiale, un terzo della popolazione verrà uccisa». La battaglia tra Donald Trump - l'allarme apocalittico è di un suo sostenitore - e Hillary Clinton è porta a

    – di Marco Valsania

    Bloomberg: non mi candiderò alla presidenza per non dividere il voto anti-Trump

    New York - Michael Bloomberg non scenderà in campo come candidato indipendente nelle elezioni presidenziali americane. L'ex sindaco di New York, miliardario e fondatore dell'omonimo impero dell'informazione finanziaria ha pubblicato un editoriale sul suo sito di commenti, Bloomberg View, dal titolo

    – Marco Valsania

    L'avanzata del populista che si sposta al centro

    L'esito del supermartedì è chiaro: i democratici emergono uniti attorno a una piattaforma politica e alla Clinton; i repubblicani profondamente divisi sul candidato Trump e sui loro valori. Hillary unisce, insomma, mentre Donald polarizza. Colpisce quanto Trump si trovi solo contro tutti. Contro

    – Mario Platero

1-10 di 15 risultati