Persone

David Bowie

David Bowie è nato l'8 gennaio del 1947 a Londra ed è deceduto il 10 gennaio del 2016 a New York, è stato un artista musicale, attore e produttore discografico britannico. Innovatore e capace di sperimentare nuovi territori musicali, Bowie che di recente era stato visto molto poco in pubblico, e' stato una delle figure piu' celebrate e di successo del secolo appena trascorso.

Il suo eclettismo musicale lo ha portato a spaziare dal folk acustico all'elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, solcando inedite tracce sul terreno musicali, che hanno influenzato numerosi artisti.

In qualità di attore David Bowie ha avuto un grande successo negli anni '70, quale protagonista del film di fantascienza di Nicolas Roeg "L'uomo che cadde sulla Terra"; memorabili anche le sue interpretazioni in "Merry Christmas Mr. Lawrence" (di Nagisa Oshima, 1983), "Absolute Beginners" e "Labyrinth" del 1986, ed in "Basquiat" (di Julian Schnabel, 1996).

Fin da bambino Bowie è stato affascinato dalla musica, influenzato in questo senso dal fratellastro maggiore Teddy, appassionato di musica jazz ed assecondato dalla madre, che all'età di 13 anni gli regala il suo primo sassofono.

Per l'artista, come confesserà in seguito, il sassofono rappresentava la Beat Generation della West Coast ed un vero e proprio simbolo di libertà.

Dopo aver formato con George Underwood ed altri studenti un trio chiamato The Kon-rads, Bowie e Underwood formano il duo "Hooker Brothers", che però avrà breve durata per essere seguito dall'adesione dell'artista ad altri gruppi, quali "Manish Boys" e "The Buzz", tuttavia Bowie appare sempre più orientato verso una carriera solista.

Alternando l'attività musicale con quella di attore, durante gli anni 70' Bowie percorre i filoni musicali del folk acustico e dell'hard rock .

Il vero trionfo artistico arriverà nel 1972, quando David Bowie spopola con l'album "The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars" (1972), in cui è accompagnato dal gruppo musicale "The Spiders from Mars", nelle vesti dell'enigmatico personaggio Zilly Stardust, che darà il nome ad un fortunatissimo tour partito il 10 febbraio del 1972 dal Toby Jug di Tolworth (Regno Unito) e conclusosi alla Guildhall di Preston (sempre Regno unito) il 9 gennaio del 1973, con 103 date e ben 60 città toccate.

Il successo di David Bowie cavalca gli anni settanta con l'album Diamond Dogs, soul, funk, & "Plastic Soul" e con l'interpretazione di un nuovo personaggio il "Duca Bianco".

Bowie raggiunge e mantiene un consenso di massa anche negli anni '80, per poi riprendere negli anni '90 le sonorità del passato rivisitate in chiave "Elettronica".

Negli anni 2000 si è riproposto con gli album "Heathen" e "Reality", per poi ritirarsi, anche per motivi di salute, dal palcoscenico. Infatti, a causa di un malore viene ricoverato di urgenza ad Amburgo e sottoposto con successo ad un'operazione di angioplastica coronarica.

L'8 gennaio del 2013 David Bowie ha annunciato a sorpresa la prossima uscita del suo nuovo album, pubblicato col titolo "The Next Day" il 12 marzo successivo.

Nell'autunno del 2014 Bowie pubblica una nuova antologia: "Nothing Has Changed".

L'8 gennaio del 2016, giorno del suo 69° compleanno, esce "Blackstar", suo ultimo lavoro.

Muore il 10 genniao del 2016, dopo una lunga malattia.

E' stato padre di due figli, nati da due diverse relazioni, Duncan Jones (affermato regista britannico, nato nel 1971) e Alexandria Zahra Jones (nata nel 2000).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Musica | David Bowie | Nicolas Roeg | Hooker Brothers | Diamond Mako | Julian Schnabel | Labyrinth | Nagisa Oshima | Duncan Jones | Zahra Jones Alexandria | Zilly Stardust | Gran Bretagna | Absolute Beginners | The Kon-rads | The Spiders from Mars | George Underwood |

Ultime notizie su David Bowie

    Non solo ritmo, l'intelligenza artificiale sceglierà le parole dei brani musicali

    Poco prima di morire David Bowie si era divertito a co-sviluppare il Verbasizer, un generatore automatico di strofe, ma oggi le melodie generate dall’intelligenza artificiale sono una realtà, come dimostra il recente successo di Skygge, l’avatar del francese Benoit Carré, il cui album «Hello World!» è da qualche mese su Spotify.

    – di Guido Romeo

    Addio al coreografo Lindsay Kemp, mentore di David Bowie e Kate Bush

    Amico, mentore e collaboratore di David Bowie, per il quale aveva curato una spettacolare messa in scena del concerto The Rise and Fall of Ziggy Stardust, Kemp è stato mimo, pittore, regista e attore cinematografico (tra l’altro in Messia selvaggio e Valentino di Ken Russell e Jubilee di Derek Jarman).

    – di Roberto Giambrone

    Addio al coreografo Lindsay Kemp, mentore David Bowie e Kate Bush

    1938, con i suoi spettacoli ha esercitato un'influenza determinante nella storia del rock, lavorando con artisti internazionali del calibro di Kate Bush, Peter Gabriel, David Bowie, Mick Jagger. ... L'eredità dell'inglese si è allargata anche al mondo della musica: fra i suoi allievi si contano infatti Kate Bush, Peter Gabriel e l'ex amante David Bowie con il quale collaborò nel tour mondiale "Ziggy Stardust" del 1972.

    – di Roberto Giambrone

    Cannes '71: Parlano dell'Est sotto la cortina di ferro i film più brillanti del festival

    Due film musicali, in bianco e nero, hanno brillato nella prima parte della 71esima edizione del festival di Cannes, con un piccolo balzo indietro nel tempo: Leto di Kirill Serebrennikov e Cold War di Pawel Pawlikowski. Leto, che significa estate, racconta la nascita della leggenda del rock sovietico, Viktor Coj (Teo Yoo), nella Leningrado degli anni Ottanta, mentre sfrigolano i primi bagliori della Perestroika. Il rock e il punk sono una mistica da condividere con gli amici in case fumose, asco...

    – Cristina Battocletti

    A Cannes si torna indietro nel tempo con la musica in bianco e nero

    Due film musicali, in bianco e nero, hanno brillato nella prima parte della 71esima edizione del festival di Cannes, con un piccolo balzo indietro nel tempo: Leto di Kirill Serebrennikov e Cold War di Pawel Pawlikowski. Leto, che significa estate, racconta la nascita della leggenda del rock

    – di Cristina Battocletti

    Cannes '71: bellissimo film musicale di Serebrennikov, ma il regista è agli arresti in Russia

    Di Cristina Battocletti I membri della delegazione russa che ieri hanno presentato il film Leto di Kirill Serebrennikov, in concorso alla 71esima edizione del festival di Cannes, hanno portato sul red carpet grandi cartelli bianchi con scritto il nome del regista, o indossando sui vestiti di gala una spilla con la foto del regista e magliette con la scritta "Liberate Kirill". Il regista russo non ha potuto raggiungere infatti la Croisette perché soggetto in patria a misure restrittive, fatto che...

    – Cristina Battocletti

    «La la land» russo al ritmo di rock e perestrojka

    I membri della delegazione russa che ieri hanno presentato il film Leto, di Kirill Serebrennikov, in concorso alla 71esima edizione del festival di Cannes, hanno portato sul red carpet grandi cartelli bianchi con scritto il nome del regista, indossando sui vestiti di gala una spilla con la sua foto

    – di Cristina Battocletti

    Torna il Record Store Day, una festa per «investire» sul disco in vinile

    C'è stato un tempo in cui la musica aveva solo e soltanto forma fisica. E piuttosto ingombrante, quanto può esserlo un cerchio di vinile nero avvolto nel cartone patinato. Non la riproducevi in streaming, non la scaricavi, al contrario: la «caricavi» sotto braccio, con l'ansia tipicamente giovanile

    – di Francesco Prisco

    Franz Ferdinand «sempre in ascesa»

    Hanno avuto un ruolo fondamentale nella determinazione del sound di Glasgow e, che vi piaccia o meno, rappresentano già un pezzetto di storia. Sono tornati e sono «sempre in ascesa», Always Ascending, come il titolo del loro quinto album uscito il mese scorso per la indie label Domino.La cui tenuta

    – di Francesco Prisco

1-10 di 277 risultati