Ultime notizie:

David Autor

    Tecnologia, globalizzazione e la stretta sui migliori posti di lavoro

    «Il mercato azionario è ai massimi storici! I posti di lavoro ritornano prepotentemente e in gran numero!», ha declamato Donald Trump lo scorso dicembre con un tweet. Il presidente degli Stati Uniti è il più illustre sostenitore dell'idea che la quantità sia pressoché tutto ciò che conta in fatto

    – di Andrew Hill

    Un mercato sempre più polarizzato

    Artigiani e robot che lavorano gomito a gomito usando i medesimi strumenti per manipolare i pezzi.

    – di Luca De Biase

    Qual è il vero rischio dell'automazione del lavoro?

    Pubblichiamo un post di Giovanni Caccavello, research fellow in European Policy presso EPICenter ed Institute of Economic Affairs. Master (MSc) in economia dello sviluppo presso la University of Glasgow - Come ho avuto modo di scrivere nel mio primo post su Econopoly, nel corso di questi ultimi anni molti economisti, accademici, ricercatori e commentatori hanno nuovamente portato alla ribalta la storica "lump-of-labour fallacy", ovvero l'idea (storicamente erronea) che la quantità di posti di l...

    – Econopoly

    Il gioco dei numeri sugli effetti del Tpp

    Il Trans-Pacific Partnership (Tpp), un mega accordo commerciale tra 12 Paesi che insieme rappresentano oltre un terzo del Pil globale e un quarto delle

    La fine del lavoro come l'abbiamo sempre conosciuto

    Nel 1983, l'economista americano premio Nobel Wassily Leontief fece quello che allora sembrò un pronostico sorprendente. Le macchine, disse, probabilmente sostituiranno la manodopera umana in modo alquanto simile a come il trattore ha sostituito il cavallo. Con circa 200 milioni di disoccupati nel

    – Jean Pisani Ferry

    Reinventare il lavoro con l'hi-tech

    Nel 1983, l'economista americano premio Nobel Wassily Leontief fece quello che sembrò un pronostico sorprendente. Le macchine, disse, sostituiranno la manodopera umana in modo simile a come il trattore sostituì il cavallo. Con circa 200 milioni di disoccupati nel mondo - 30 milioni in più rispetto

    – Jean Pisani Ferry

    Did the Poor Cause the Crisis?

    WASHINGTON, DC - The United States continues to be riven by heated debate about the causes of the 2007-2009 financial crisis. Is government to blame for what

    – by Simon Johnson

    Sono i poveri la causa della crisi?

    WASHINGTON - Gli Stati Uniti continuano ad essere lacerati da un acceso dibattito sulle cause della crisi finanziaria del 2007-2009. E' il governo ad avere la

    – di Simon Johnson