Persone

Dario Nardella

Dario Nardella è nato il 20 novembre del 1975 a Torre del Greco (NA) ed è un politico italiano, attuale sindaco di Firenze.

Dopo aver trascorso gli anni dell'infanzia a Torre del Greco (NA) si trasferisce all'età di 14 anni a Firenze, dove nel 1998 consegue il diploma in violino presso il Conservatorio Luigi Cherubini, successivamente si laurea con lode in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Firenze e consegue un dottorato di ricerca in diritto pubblico.

Nel 2004 si candida e viene eletto con i Democratici di Sinistra al consiglio comunale di Firenze.

Tra il 2006 ed il 2008 viene nominato, nel secondo governo Prodi, consigliere giuridico del Ministro per i rapporti col Parlamento e le riforme istituzionali Vannino Chiti.

Rieletto consigliere comunale di Firenze, nel 2009 entra nella giunta di Matteo Renzi col ruolo di vicesindaco.

Nel 2010 ha assunto la presidenza del comitato promotore dei Campionati del mondo di ciclismo su strada 2013, svoltisi in Toscana.

Stretto collaboratore di Renzi, lo ha sostenuto nelle primarie del centrosinistra del 2012.

Nel 2013 scelto nelle primarie del partito democratico, si candida e risulta eletto alle Camera dei deputati nella Circoscrizione Toscana, il 28 febbraio del 2013 si dimette dalla carica di vicesindaco ed assessore del comune di Firenze.

Il 17 febbraio del 2014, in seguito alle dimissioni dalla carica di sindaco di Firenze di Matteo Renzi, appena nominato Premier, Nardella viene nuovamente chiamato a svolgere il ruolo di vicesindaco ed assessore di Firenze fino alle nuove elezioni amministrative.

Il 26 maggio del 2014, candidatosi come sindaco alle elezioni comunali di Firenze, viene eletto col 59,15% dei voti.

Dario Nardella è sposato con Chiara Lalli, i due hanno tre figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Firenze | Dario Nardella | Matteo Renzi | Sindaco | Vicesindaco | Napoli | Luigi Cherubini | DS | Chiara Lalli | Vannino Chiti | Prodi | Camera dei deputati |

Ultime notizie su Dario Nardella

    Maggio fiorentino: via Chiarot e Luisi, arriva Nastasi, 57 milioni di debiti

    La decisione del sindaco Dario Nardella di lasciare la guida della Fondazione del Maggio a Salvatore Nastasi, ex vicesegretario della Presidenza del Consiglio dei ministri (fino al giugno 2018), ex direttore generale spettacolo del ministero della... Chiarot non lo dice apertamente, ma la scelta di Nardella di abdicare al ruolo di guida della Fondazione del Maggio lo ha lasciato basito: «Mi sono fatto molte domande quando il sindaco ha deciso di nominare Nastasi».

    – di Silvia Pieraccini

    Milano-Cortina, la vittoria dell'asse Lega-Pd peserà sul futuro del governo

    A Losanna ha vinto l'asse Lega-Pd e ha perso il partito del No di cui si è fatto interprete il M5s. Chissà se (ma la storia, è noto, non si fa con i "se") potendo tornare indietro, Luigi Di Maio eviterebbe di ritrovarsi oggi costretto a guardare in tv l'esultanza leghista di Giancarlo Giorgetti e

    – di Barbara Fiammeri

    Addio a Franco Zeffirelli, regista e convinto animalista

    AGGIORNAMENTO DEL 17 GIUGNO 2019 - ZEFFIRELLI AMAVA I SUOI CANI, RICAMBIATO Racconta uno dei figli del maestro che i suoi due cani, Dolly e Blanche, erano legatissimi a lui e "non lo lasciano un attimo, non si scostano dalla bara. Soprattutto Dolly, la più piccola, se ne sta lì sul divano a fissarlo". +++ POST ORIGINALE DI SABATO 15 GIUGNO 2019 - E' MORTO FRANCO ZEFFIRELLI E' morto a Roma dopo lunga malattia Franco Zeffirelli. Il regista aveva 96 anni. "Non avrei mai voluto che arrivasse ques...

    – Guido Minciotti

    Addio a Franco Zeffirelli, maestro del gusto italiano

    Tornerà nella sua Firenze nella cappella di famiglia al cimitero monumentale delle Porte Sante a San Miniato al Monte, Franco Zeffirelli, mancato a Roma il 15 giugno, all'età di 96 anni, dopo una lunga malattia. Lo hanno annunciato i figli adottivi Pippo e Luciano. Zeffirelli fu regista, scenografo

    – di Cristina Battocletti

    Addio a Franco Zeffirelli. Il regista è morto nella sua casa a Roma

    Addio a Franco Zeffirelli. Il regista e sceneggiatore è deceduto a 96 anni nella sua casa a Roma sull'Appia Antica, assistito dai figli adottivi Pippo e Luciano, da un medico e dal parroco della chiesa di San Tarcisio che ha benedetto la salma. Circa una settimana fa, secondo quanto si apprende

    Dopo i ballottaggi la Lega punta all'Emilia, strada in salita in Toscana

    Chiusa la partita dei ballottaggi, la politica non va in vacanza. Sotto la lente ci sono le prossime regionali. Due sono i territori interessati: l'Emilia Romagna (al voto già in autunno) e la Toscana (qui alle urne si andrà nella primavera 2020). Si tratta di regioni da sempre amministrate dal

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    Bari, il caso Decaro: sindaco che strappa voti anche al M5s

    «Vedendo i risultati delle Europee in tanti mi hanno detto che ci voleva un miracolo per vincere al primo turno e invece quello che è successo oggi dimostra che non è un miracolo amministrare bene una città». Antonio Decaro (presidente dell'Anci - già renziano), sindaco Pd di Bari, è stato rieletto

    – di Andrea Gagliardi

    L'accelerazione di Calenda e la competition di Renzi

    Il meno che si possa dire, a due giorni dalla proclamazione dei risultati delle elezioni europee che hanno fotografato il Pd secondo partito dopo la Lega e il tracollo del M5s, è che la tregua a Largo del Nazareno sia finita. E a differenza che in passato, quando le critiche e le scissioni sono

    – di Emilia Patta

    Piemonte al centrodestra, a giugno 15 città al ballottaggio

    Le regionali (limitate al Piemonte, passato di mano dal centrosinistra al centrodestra), e le comunali in altri 3.779 Enti locali (21 con più di 15mila abitanti) sparsi in tutta Italia (tra cui 118 comuni in Friuli Venezia Giulia; e 7 in Trentino-Alto Adige) dove il Pd ha generalmente retto bene al

    – di Vittorio Nuti

1-10 di 257 risultati