Aziende

Danone

Il Gruppo Danone Spa è un’azienda agro-alimentare francese, la terza in Europa per fatturato. Con sede principale a Parigi, la società conta 160 stabilimenti in 120 Paesi e distribuisce i suoi prodotti in 5 continenti.

Danone occupa posizioni dileadership nei suoi quattro core business: è leader mondiale per i Prodotti Lattieri Freschi, seconda sul mercato delle Acque Imbottigliate e in quello della Nutrizione Infantile e Clinica.

Il Gruppo Danone è nato ufficialmente nel 1972 con la fusione di Gervais Danone capitanata da Antoine Riboud e Isaac Carasso con Bsn, Boussois Souchon Neuvesel (azienda reduce dall’acquisto di Kronenbourg ed Evian). Nel 1976 è stata aperta la prima filiale italiana a Nichelino, nel Torinese. Nel 1994 Bsn ha cambiato nome in Danone, il suo marchio più conosciuto. Negli anni ‘80 e ‘90 ha acquisito marchi alimentari italiani, come Galbani nel 1989 (ceduta nel 2003), oltre alle quote di Birra Peroni e Star.

Attualmente il maggior azionista del Gruppo Danone Spa è la finanziaria francese Eurazeo, che detiene il 5,4 % del capitale. Nell’azionariato ci sono Ubs, Credit Agricole ed ex soci della banca Lazard, tra cui il presidente delle Generali Antoine Bernheim, la banca Caisse des Dépôts et Consignations con il 3,6 % e la finanziaria Sofina. Nel 2005 un presunto tentativo di scalata alla Danone da parte della Pepsi è stato bloccato dalla reazione sfavorevole del governo francese.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partecipazioni societarie | Gruppo Danone Spa | Eliseo | Antoine Riboud | Generali | Isaac Carasso | Lazard | Antoine Bernheim | Caisse des Dépôts | Europa |

Ultime notizie su Danone

    Microbiota, l'amico invisibile amico del nostro benessere

    Un team composto da 7 esperti ci aiuta a capire, attraverso domande e risposte, cos'è, come funziona, la sua importanza, la sua unicità, traducendo concetti scientificamente complessi in maniera semplice

    – di Francesca Cerati

    L'Ilva tedesca? Si chiama Ruhr ma non ha fatto la fine di Taranto

    La valle del grande bacino carbonifero della Germania ha cambiato volto negli ultimi trent'anni dopo un processo di risanamento senza precedenti in Europa e forse al mondo. Fiumi bonificati, ex acciaierie diventati parchi di divertimento, ex fabbriche e gasometri trasformati in gallerie d'arte contemporanea, musei e sale da concerto

    – di Attilio Geroni

    Scelto il Ceo di Milano-Cortina 2026: sarà Vincenzo Novari

    Il nome dell'amministratore delegato del comitato dei Giochi invernali è stato annunciato dal ministro delle politiche giovanili e dello sport Vincenzo Spadafora al termine della riunione che si è svolta a Roma con Coni ed enti coinvolti

    Le fette Buitoni debuttano su Star, Newlat oscilla su 5,8 euro

    Prima ammissione sul segmento Star nel 2019. L'arrivo a Piazza Affari della matricola è comunque un piccolo successo dopo la marcia indietro di Ferretti e Rcf. Nel capitale presenti sia Carlo De Benedetti, sia il figlio Rodolfo

    – di Eleonora Micheli

    Newlat in Borsa, tra i soci spunta Carlo De Benedetti

    Il gruppo che fa capo alla famiglia Mastrolia si appresta allo sbarco a Piazza Affari. Nel parterre di 68 investitori, che hanno sottoscritto l'offerta di circa 90 milioni di euro, ci sarebbero tutti i maggiori asset manager italiani e alcuni grandi esteri. Nella lista dei compratori del titolo alimentare ci sarebbe anche la Romed di Carlo De Benedetti

    – di Carlo Festa

    Borse arrancano dopo Cina e allarme Renault, Piazza Affari chiude a -0,2%

    La crescita del Dragone ai minimi dal 1992 e il taglio alle stime sui risultati della casa francese hanno penalizzato i listini, già cauti alla vigilia del voto del Parlamento inglese sulla Brexit. In fondo al listino milanese finiscono Leonardo e Moncler. Male anche Fca e Pirelli

    – di Andrea Fontana ed Enrico Miele

    Tutti i marchi del food italiano diventati «stranieri» / Galbani

    Tra i brand di latticini più noti in Italia, Galbani è stata fondata a Ballabio, nel Lecchese, da Egidio Galbani nel 1882. Negli anni Settanta del Novecento passa alla famiglia Invernizzi, poi Danone (1989) e il fondo Bc Partners (2002). A partire dal 2006 Galbani diventa colonna italiana del

    Tutti i marchi del food italiano diventati «stranieri» / Peroni

    «Chiamami Peroni, sarò la tua birra», recitavano i claim pubblicitari. Peroni è stata a lungo la birra italiana per eccellenza, fondata da Francesco Peroni nel 1846 a Vigevano (Pavia). Resta italiana fino al 1988, quando la rileva la francese Danone. Quindi due altri passaggi di mano: prima al

1-10 di 245 risultati