Ultime notizie:

Danny Boyle

    La luna, la gatta e l'Aretha

    Grande attesa per Yesterday, film di Danny Boyle in uscita a giugno dove un cantautore sfigato, a seguito di un incidente stradale, si ritrova in un universo parallelo che non conosce i Beatles. Ed ecco che il protagonista si mette a cantare, una dopo l'altra, le canzoni dei Fab Four e diventa

    Basilicata e Calabria, la movie map per cinefili

    I panorami biblici di Matera ricordano la città vecchia di Gerusalemme: nel 2004 è stata una location perfetta per "The Passion of the Christ", il film di Mel Gibson che da allora porta viaggiatori ispirati tra i Sassi, triplicandone le presenze. Ma anche Cutro (in provincia di Crotone) somiglia a

    – di Donata Marrazzo

    31 agosto 1997, quando con Lady Diana morì la «Cool Britannia»

    La storia viaggia per date spartiacque. Una di queste è il 31 agosto 1997, esattamente 20 anni fa, quando a Parigi, per sfuggire al gossip spinto che la braccava, in un incidente automobilistico perse la vita Diana Spencer, già moglie di Carlo d'Inghilterra. Niente equivoci: gli ultimi Windsor non

    – di Francesco Prisco

    Dev Patel (Lion)

    Nato a Londra nel 1990, ma con sangue indiano nelle vene, Dev Patel si è fatto conoscere nel 2008 per essere stato il protagonista di «The Millionaire» di Danny Boyle. Dopo una serie di film poco considerati - da «L'ultimo dominatore dell'aria» a «L'uomo che vide l'infinito» - con «Lion» è tornato

    Berlinale '67. L'Orso è cattivissimo: umorismo nero, risate e impegno politico. Il festival comincia in grande forma con «On body and soul», «T2» e «Félicité»

    Bentornata Berlinale. Dopo anni di inaugurazioni un po' annacquate, con gusci magnificenti ma vuoti, il festival veste di nuovo i suoi panni: firme senza il megafono dello showbiz, capaci di dar voce a formule e quotidianità diverse, mondi negletti, umiliati e offesi. Ildikó Enyedi, regista ungherese 62enne, vincitrice della camera d'or a Cannes nel 1989 con My 20th Century, ha girato un film che non rispecchia per nulla la sua apparenza mite e bonaria. On Body and soul è nero, spiazzante, pol...

    – Cristina Battocletti

    Alla Berlinale '67 "T2", il sequel di "Trainspotting", gli squinternati di Edimburgo sono invecchiati ma sono ancora splatter, scorretti e divertenti

    Arriva "T2", il sequel di "Trainspotting", gli squinternati di Edimburgo sono invecchiati ma sono ancora splatter, scorretti e divertenti Splatter, irriverente, politicamente scorrettissimo, a tratti così violento e selvaggio da far girar la testa allo spettatore, "T2 Trainspotting" è un sequel che per fortuna non rispetta la tradizione di essere un minus rispetto all'originale. Danny Boyle dietro la macchina da presa ha raffinato oltremodo le capacità che aveva dimostrato nel primo capitolo...

    – Cristina Battocletti

    T2, il sequel di Trainspotting, è ancora splatter, scorretto e divertente

    Splatter, irriverente, politicamente scorrettissimo, a tratti così violento e selvaggio da far girar la testa allo spettatore, "T2 Trainspotting" è un sequel che per fortuna non rispetta la tradizione di essere un minus rispetto all'originale. Danny Boyle dietro la macchina da presa ha raffinato

    – di Cristina Battocletti

    T2: Trainspotting di Danny Boyle

    L'atteso sequel del cult del 1996 ispirato alle pagine di Irvine Welsh: dietro la macchina da presa torna Danny Boyle e davanti il cast capitanato da Ewan McGregor. Grandissime aspettative per i fan del primo capitolo: si tratta di uno degli eventi mediatici più importanti del Festival di Berlino

1-10 di 226 risultati