Ultime notizie:

Daniel Birnbaum

    Startup scandinave tra arte e VR

    Lasciare un posto da direttore di museo di fama internazionale per dirigere una startup votata alla produzione di opere d'arte contemporanea in realtą virtuale. Potrebbe suonare azzardato, eppure č quello che ha fatto Daniel Birnbaum, noto curatore svedese con alle spalle numerose esperienze di

    – di — S.A.B.

    Les Rencontres d'Arles, molto pił di un festival di fotografia

    Si č conclusa la settimana inaugurale di Les Rencontres d'Arles, il pił importante festival europeo dedicato alla fotografia. Dal 2 al 7 luglio, la cittadina della Camargue č stata animata da proiezioni, performance, talk, portfolio review, inaugurazioni di mostre e un pubblico record di 18, 500

    – di Roberta Capozucca

    Arte africana in crescita, ben rappresentata nelle collezioni private italiane

    Da ormai una decina d'anni, quando Bonhams ha creato a Londra un dipartimento d'arte africana contemporanea, l'Africa sembra essere l'ultima frontiera del mercato dell'arte. Sono nate fiere specializzate come 1:54, dal 2013 a Londra, poi a New York (5-7 maggio) e ora si parla anche di un'edizione a

    – di Silvia Anna Barrilą e Maria Adelaide Marchesoni

    Finimondo al Museo Pecci

    Lo hanno rifatto. Il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci č stato completamente rinnovato, comprendo l'architettura preesistente - brutta alla nascita e in seguito usurata - con una bolla dorata che ne raddoppia la superficie portandola a 3000 metri quadri. L'architetto Maurice Nio si dice

    – di Angela Vettese

    Arriva Bice e fa troppa luce

    La Curiger affronta il tema senza audacia, con pochi mezzi e talvolta in modo fin troppo letterale: le lampadine sono in eccesso - Tante novitą nei «parapadiglioni» affidati dalla curatrice a Franz West, Monika Sosnowska, Oscar Tuazon e Son Dong

    Biennale, arriva Bice e fa troppa luce

    La Curiger affronta il tema senza audacia, con pochi mezzi e talvolta in modo fin troppo letterale: le lampadine sono in eccesso - Tante novitą nei «parapadiglioni» affidati dalla curatrice a Franz West, Monika Sosnowska, Oscar Tuazon e Son Dong

    – articoli di Angela Vettese e Pia Capelli

    "Die Kunst, das Geld und die Krise"

    Un oligarca russo distrugge con un mitragliatore AK 47 un'opera di Damien Hirst che ha acquistato a Londra il 15 settembre 2008 e non riesce a rivendere; Jeff Koons dichiara lo stato d'insolvenza insieme al suo gallerista Larry Gagosian; il regime cinese proibisce il libero mercato dell'arte dopo

    – di Silvia Anna Barrilą

    Un trampolino di lancio nel mondo

    Dalla metą degli anni 90 la Corea del Sud si promuove nel panorama internazionale dell'arte contemporanea con la Biennale di Gwangju (1995), quella di Busan (1998) e il festival Media City Seoul (2000). Piattaforme glocal, che grazie a curatori coreani e stranieri mettono a confronto il lavoro di

1-10 di 38 risultati