Ultime notizie:

Cristina Rossello

    Cda, via libera della Commissione finanza alle quote di genere per 6 mandati

    Manca l'approvazione in aula, ma la proroga della legge 120 del 2011 per altri 3 mandati ha ricevuto lunedì la prima approvazione. Nel riparto degli amministratori per i board delle società quotate sarà quindi da osservare la quota di un terzo riservato al genere meno rappresentato per 6 mandati, dall'entrata in vigore del 2012.

    – di Monica D'Ascenzo

    Elezioni 2018, ciò che resta del Pd

    Lo spoglio dei voti di domenica 4 marzo ci ha riservato numerose sorprese e poche conferme ecco quali sono state le sconfitte più cocenti della sinistra.

    Centrodestra, riammessi i 17 candidati nei collegi uninominali in Lombardia

    Il centrodestra può tirare un sospiro di sollievo. Le candidature del centrodestra nei 17 collegi uninominali delle circoscrizioni Lombardia 1 e Lombardia 4 sono state ammesse «dall'ufficio centrale circoscrizionale della corte di appello di Milano, a seguito dell' integrazione documentale

    – di Redazione Roma

    Liste elettorali, scendono in campo anche i professionisti

    Avvocati, giornalisti, medici, accademici. A liste chiuse sono molti i nomi alle elezioni che arrivano alla politica da categorie professionali. E' la moda del "candidato esterno", abbracciata anche dal Movimento 5 Stelle.

    – di Riccardo Ferrazza

    Consob multa Veneto Banca

    Ammonta a 5 milioni e 485mila euro la multa inflitta agli ex vertici di Veneto Banca da Consob. La Commissione nazionale per le società e la Borsa ha imposto all'istituto il pagamento della sanzione con obbligo di regresso nei confronti degli autori delle violazioni accertate. Lo si apprende dalle

    Veneto Banca: multe Consob per 5,5 milioni a istituto ed ex vertici

    Multa per gli ex vertici di Veneto Banca. La Consob ha multato gli esponenti di punta delle passate gestioni, nonché la banca stessa, per complessivi 5,485 milioni, imponendo all'istituto il pagamento della sanzione con obbligo di regresso nei confronti degli specifici autori delle violazioni

    Divorzi, per l'assegno va provata la non indipendenza economica

    Con la sentenza 11504/2017, i giudici della prima sezione civile della Corte di cassazione hanno indicato come nuovo criterio di spettanza dell'assegno divorzile «l'indipendenza o autosufficienza economica dell'ex coniuge che lo richiede». Evoluzione, sottolinea la nota, in linea con la «natura

    – di Cristina Rossello

1-10 di 38 risultati