Ultime notizie:

Corte Ue

    Tebas: "Le tre della Superlega devono temere l'esclusione dalla Champions"

    La Uefa ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di Juventus, Real Madrid e Barcellona e nei prossimi giorni si saprà quale sanzione attenderà i tre club rimasti ancorati al progetto Superlega. In attesa che si pronunci la Corte di Giustizia dell'Unione Europea, l'indagine aperta dalla Uefa è il primo campo di scontro tra l'organismo continentale e le tre "ribelli", che rischiano pure di essere escluse dalla Champions League per la prossima stagione. Tutte, sul campo, hanno ottenuto...

    – Marco Bellinazzo

    La Corte Ue respinge il ricorso Bayer sui pesticidi nocivi per api

    La Corte di giustizia Ue ha respinto il ricorso della Bayer contro le restrizioni decise nel 2013 dall'Unione su tre pesticidi nocivi per le api. La Corte ha confermato una sentenza del 2018, successivamente impugnata da Bayer, casa produttrice dei tre pesticidi neonicotinoidi in questione. La Corte europea ha anche confermato che la Commissione europea ha fatto bene a utilizzare gli studi più recenti esaminati dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), anche se non ancora convali...

    – Guido Minciotti

    Una sanzione sola anche se mancano i fogli di più giorni

    Commette sempre una sola infrazione l'autotraportatore che non è in grado di esibire i fogli di registrazione del cronotachigrafo. Anche quando il "buco" di documentazione riguarda più di un giorno. Lo ha chiarito la Corte Ue il 24 marzo, decidendo sulle cause C 870/19 e C 871/19. Ciò non è altro

    – di M.Cap.

    Secondary ticketing, c'è la violazione anche senza la vendita

    Respinto dal Tar Lazio il ricorso di Viagogo contro la multa Agcom: esclusa la natura di host provider passivo per chi partecipa all'organizzazione di vendita attraverso servizi come promozione pubblicitaria o gestione dei termini di consegna

    – di Gloria Callari, Francesco Di Giorgi e Davide Mula (1)

    I responsabili dei centri per trasfusioni devono avere la laurea in medicina

    Legittima la legge italiana che consente solo ai laureati in medicina e chirurgia di svolgere l'attività di responsabile di un centro di trasfusione sanguigna. Con la sentenza nella causa C-96/2020 pubblicata il 10 marzo la Corte europea prende posizione nella querelle iniziata nel 2008 che ha

    – di Federica Micardi

1-10 di 842 risultati