Ultime notizie:

Corte di Strasburgo

    Ridurre i tempi del processo civile e penale, sfida epocale diventata necessità

    Riformare la giustizia penale è necessario per più di una ragione. La prima è contingente e concreta: la riforma della giustizia è parte del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), fondamentale per superare la crisi economica che, con la pandemia, ha piegato le gambe al Paese: l'erogazione

    – di Gian Luigi Gatta

    Cala l'euroscetticismo italiano (mentre il Patto di Stabilità è sospeso)

    L'Istituto Affari Internazionali (IAI) insieme alla Fondazione Compagnia di San Paolo e all'Università degli Studi di Siena ha pubblicato oggi un rapporto sul sentimento europeista degli italiani. Dal sondaggio emerge un aumento dell'europeismo rispetto ad aprile, quando in piena emergenza sanitaria l'immagine dell'Unione europea soffriva non poco. Lo studio demoscopico mi ha indotto a questa analisi commentata. In aprile, il 48% degli italiani avrebbe votato per uscire dall'Unione; la percentu...

    – Beda Romano

    «La legislazione d'emergenza non diventi la nuova normalità»

    Robert Spano, 47 anni, islandese di origine italiana, è appena stato nominato presidente della Corte europea dei diritti dell'uomo, il più giovane di sempre. I diritti al tempo del Covid al centro delle riflessioni

    – di Giuseppe Chiellino

    Sanzioni amministrative privacy: interviene la Cassazione

    Il principio del ne bis in idem tra sanzioni amministrative in materia di trattamento dei dati personali non si applica. Inoltre sono infondate la questione di legittimità costituzionale relativa all'introduzione  normativa per via di urgenza di alcune fattispecie amministrative previste dal previgente codice privacy e quella relativa alla stessa rilevanza costituzionale del principio del ne bis in idem in materia di sanzioni amministrative. E' questo il succo di una ordinanza di rigetto ( c...

    – Fulvio Sarzana

    Diffamazione, la Consulta concede un anno al Parlamento

    La questione di costituzionalità delle pene detentive per la diffamazione potrebbe essere risolta dal disegno di legge Caliendo, a patto che questo trovi spazio nel calendario parlamentare

    – di Carlo Melzi d'Eril e Giulio Enea Vigevani

1-10 di 300 risultati