Ultime notizie:

Corte d'Assise

    Bologna, il filo nero di una strage senza mandanti da 40 anni

    La Procura generale di Bologna da tre anni sta incastrando le tessere di un puzzle che tenta di svelare i nomi di chi volle il martirio del 2 agosto 1980 e perché. Sempre più chiaro il ruolo dei servizi segreti deviati al soldo della P2 di Licio Gelli

    – di Roberto Galullo

    Suicidio Trentini, assolti Mina Welby e Marco Cappato

    La corte di assise di Massa ha deliberato: il fatto non sussiste Mina Welby e Marco Cappato sono stati assolti dalla corte di assise di Massa perché il fatto non sussiste dall'accusa di aiuto al suicidio per la morte di Davide Trentini, il 53enne malato di Sla deceduto il 13 aprile 2017 in una clinica svizzera.

    Perché la lezione dei moti di Reggio Calabria del '70 è ancora attualissima

    Nel giugno 2005 la Corte di Cassazione ha stabilito che la strage fu opera di «un gruppo eversivo costituito a Padova nell'alveo di Ordine Nuovo (un movimento di estrema destra extraparlamentare nato proprio nel dicembre 1969, ndr)» e «capitanato da Franco Freda e Giovanni Ventura (morto a Buenos Aires il 2 agosto 2010, ndr), non più perseguibili in quanto precedentemente assolti con giudizio definitivo dalla Corte di Assise di appello di Bari».

    – di Roberto Galullo

    Affari, esuli ed estrema destra: il cuore di Massimo Carminati batte forte a Londra

    Spadavecchia – che non ha mai scontato un giorno di pena in Italia – è stato condannato a 15 anni di reclusione con la sentenza della Corte di assise di appello di Roma del 17 giugno 1988, divenuta irrevocabile il 5 giugno 1989, per diversi reati: attentato per finalità terroristiche, banda armata, sequestro di persona, violazione di domicilio, lesioni personali aggravate, rapina, furti aggravati, ricettazione, detenzione e porto illegale di armi.

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Sbarchi e scafisti, dentro al racket dei migranti in barca a vela

    Dall'inizio del 2019 a fine ottobre sono stati 2038 i migranti sbarcati in Italia così. Circa il 20% di tutti gli arrivi via mare. Un'inchiesta internazionale dei centri di giornalismo investigativo IRPI e OCCRP ha scoperto che, nonostante l'arresto di centinaia di scafisti, gli affari del racket vanno a gonfie vele

    – di Matteo Civillini *

1-10 di 423 risultati