Ultime notizie:

Consorzio Elis

    Competence center, parte anche la robotica di Pisa

    Con un contributo previsto di 10,66 milioni di euro si chiude anche l'ultimo negoziato del Mise per l'avvio dei competence center, centri di trasferimento tecnologico che rappresentano l'ultimo tassello del piano Impresa 4.0.

    – di Luca Orlando

    Calabria: un palazzo della diocesi di Lamezia ospiterà corsi per imprenditori

    Succede a Lamezia Terme, in Calabria. "Una scuola di formazione per imprese, ospitata in una struttura della Diocesi di Lamezia Terme ed i cui percorsi formativi, per imprese e giovani, saranno realizzati in collaborazione con il consorzio Elis di Roma". A raccontare questa iniziativa è il periodico della diocesi calabrese, Lamezia Nuova, che ha riportato anche le parole del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei). Per me la notizia potrebbe finire qu...

    – Vitaliano D'Angerio

    Le imprese scelgono le migliori startup e le premiano con le prime commesse

    Niente premi in denaro e la visibilità per un giorno. Per nove start up il progetto «Open Italy» promosso dal Consorzio Elis , l'alleanza di grandi imprese italiane nata per raccogliere e supportare il potenziale innovativo delle startup, offre qualcosa di più prezioso: la possibilità di

    – di Marzio Bartoloni

    Ancora sul tema della formazione per i giovani

    Dopo il considerevole riscontro sul post Fare formazione, con la mente aperta di qualche giorno fa (30 marzo 2016) su questo NòvaBlog, torniamo dunque sul tema della formazione, con un approfondimento su una iniziativa che si svolgerà domani mattina a Roma. Il Centro Elis-Educazione, Lavoro, Istruzione, Sport è stato fondato come ente no profit a Roma, negli anni Sessanta, da un gruppo di persone legate al mondo cattolico. La sede del centro era ed è ancora oggi al Tiburtino: un quartiere alla ...

    – Gabriele Caramellino

    Parentopoli Ama, Panzironi condannato a cinque anni e tre mesi

    Franco Panzironi, già arrestato nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale ed ex ad di Ama, è stato condannato a 5 anni e tre mesi di reclusione per abuso d'ufficio e falso in relazione alla cosiddetta "Parentopoli" nell'azienda dei rifiuti del Comune di Roma. I giudici hanno anche disposto altre

1-10 di 11 risultati