Ultime notizie:

Consolato Minniti

    Klaus Davi lo scassaminchia che rompe gli schemi nell'informazione antimafia

    Klaus Davi è un professionista che molti lettori di questo umile e umido blog avranno imparato a conoscere per le sue costanti presenze in Rai, Mediaset e La7, reti per le quali si diverte a scompaginare a suo modo schemi rigidi di rigido pensier. Piaccia o non piaccia. E' così. Chi vive fuori dalla Calabria non sa - verosimilmente - che è anche un grandissimo scassaminchia. In silenzio, tra mille risatine e scetticismi "der valente popolo calabrese" e avvalendosi di una squadra di ottimi gior...

    – Roberto Galullo

    Libertà di stampa/ Emergenza democratica dalla Campania alla Sicilia passando per la Calabria - Il caso "Ora" in Commissione antimafia

    Cari lettori, sapete quanto, da anni, mi stia a cuore perorare attraverso questo blog il tema della libertà di stampa. Lo sento come un dovere a me stesso e al mio Paese e per questo ne ho pagato e ne pago un prezzo altissimo che, lo dico asetticamente, sta mettendo a dura prova la mia vita privata e la mia fede professionale. La voglia di abbandonare il campo è tanta e forse è umano che sia così. Sapete anche che, ultimamente, nonostante tutto sto raddoppiando gli sforzi e i contenuti su questo...

    – Roberto Galullo

    Libertà di stampa/ Sequestri e dissequestri da Palermo a Reggio Calabria passando da Tribunali del Riesame e Cassazione

    Il dissequestro senza rinvio - ordinato il 15 aprile della VI sezione penale della Suprema Corte di Cassazione - di telefoni, utenze, pc, agende e pen drive del giornalista Consolato Minniti dell'Ora della Calabria, è la parte buona della notizia. Quella cattiva, a mio giudizio, compete drammaticamente con la parte buona. Ma andiamo per gradi. Il 12 settembre 2013, sul Sole-24 Ore (a mia firma) e sull'allora Calabria Ora (a firma di Consolato Minniti) apparvero, senza alcun tipo di collegamento,...

    – Roberto Galullo

    Processo Meta/'Ndrangheta e cupola segreta lati della stessa medaglia. E ora trema un intero sistema italiano

    Un'associazione mafiosa e segreta. Sembra quasi tautologico ma cosi non è, tanto che ci sono voluti decenni e la caparbietà di un pm, di un delegato della Dna e di un capo della Procura per fare in modo che mafia e segretezza criminale "oltre" eppur "dentro" le maglie delle cosche, venissero alla luce (nell'ipotesi accusatoria) come due lati della stessa medaglia. Il pm è sempre lo stesso, Giuseppe Lombardo della Dda di Reggio Calabria e il capo è quella della sua procura, Federico Cafiero De Ra...

    – Roberto Galullo

    Il gran ballo di pentiti e avvocati "calabresi"/1 Lo Giudice, Marino, Di Dieco, Napoletano

    Tutti i pentiti - a maggior ragione quelli calabresi che fanno spesso della "tragedia" una missione di vita o quelli che con la mafia calabrese hanno a che fare - sono da prendere con le molle. Io li prenderei - fossi pm in Calabria - con quelle. Non sono pm e posso dunque raccontarne fatti e misfatti tentando persino letture (privilegio pazzesco eh!). Raccontano (spesso) mezze verità che, volendola vedere dall'altra parte, possono anche essere lette come mezze bugie. Resto convinto che un magi...

    – Roberto Galullo

    Il gran ballo di pentiti e avvocati "calabresi"/1 Lo Giudice, Marino, Di Dieco, Napoletano

    Tutti i pentiti - a maggior ragione quelli calabresi che fanno spesso della "tragedia" una missione di vita o quelli che con la mafia calabrese hanno a che fare - sono da prendere con le molle. Io li prenderei - fossi pm in Calabria - con quelle. Non sono pm e posso dunque raccontarne fatti e misfatti tentando persino letture (privilegio pazzesco eh!). Raccontano (spesso) mezze verità che, volendola vedere dall'altra parte, possono anche essere lette come mezze bugie. Resto convinto che un magi...

    – Roberto Galullo

    La natura dello scorpione e la visceralità dei colleghi: libertà di stampa e di giudizio a ostacoli (anche) in Calabria

    In una regione, la Calabria, e in una città, Reggio, in cui la libertà di stampa è una chimera e chi fa solo il proprio mestiere (cosa rara nell'informazione italiana, figuriamoci calabrese) deve subire umiliazioni al limite dell'ispezione corporale, fisica o metafisica, non passa giorno che i giornalisti non vengano presi di mira. Assaliti. Brutalizzati. Violentati psicologicamente quando non è possibile possederli né con le lusinghe né con l'odio o con l'amore. Ne so qualcosa - da anni - per e...

    – Roberto Galullo

    Scopelliti, il popolo sovrano, il figlio di Falcomatà e la figlia del giudice: benvenuti alla corsa per Reggio Calabria

    Cari lettori in questi giorni si stanno accavallando sui media reggini editoriali su editoriali su un tema che - solo apparentemente - è locale. Il dibattito sul futuro sindaco di Reggio Calabria - per tutto ciò che comporta - è infatti degno di una vetrina nazionale. Tanto per citare alcuni analisti - come mi vengono in mente - Paolo Pollichieni, Aldo Varano, Consolato Minniti e Alessia Candito. Di tutti ho apprezzato il contributo di conoscenza, analisi, dubbi e domande che doverosamente devon...

    – Roberto Galullo

1-10 di 27 risultati