Ultime notizie:

Consiglio d'istituto

    Criteri di precedenza e diritti

    Non di rado capita che alcune scuole abbiano un eccesso di richieste di iscrizione. Al momento della scelta è sempre bene informarsi, perciò, sui criteri di precedenza deliberati dal Consiglio di istituto che vanno dalla presenza di altri fratelli e/o sorelle nella stessa scuola, alla vicinanza fra

    Iscrizioni a scuola/Cosa succede se la domanda non è accolta

    Ogni scuola accoglie le domande di iscrizione in base ai posti disponibili. Se riceve un numero maggiore di domande, saranno utilizzati criteri di precedenza o punteggi deliberati dal Consiglio di istituto. Questi criteri sono visibili sul modello di iscrizione online e in "Scuola in chiaro". Nel

    Guida alla riforma della scuola

    PRECARI Il progetto iniziale del governo era assumere 150mila docenti. Poi l'asticella è scesa a poco più di 102mila, considerate le risorse finanziarie a disposizione (il maxi piano di stabilizzazioni costa a regime più di 2 miliardi di euro). Verranno immessi in ruolo i precari inseriti nelle

    Riforma scuola/Nuovi poteri dei presidi

    Per la prima volta i presidi potranno scegliere direttamente una parte dei docenti. La novità arriverà dall'anno scolastico 2016/2017 quando decollerà l'organico dell'autonomia. I poteri dei presidi sono stati ridimensionati rispetto al ddl originario. I dirigenti scolastici potranno infatti

    Ritorna lo spettro del preside «burocrate»

    Nelle linee guida di settembre veniva definito un manager. Sei mesi dopo, al momento dell'approvazione del ddl Renzi-Giannini, era già diventato un sindaco. Adesso, alla vigilia del voto di fiducia del Senato, rischia di restare il passacarte che è oggi o al massimo di trasformarsi in un burocrate.

    – Eugenio Bruno

    Buona scuola / Nuovi poteri ai presidi

    I presidi diventano "leader educativi": possono chiamare direttamente i docenti dell'organico dell'autonomia per realizzare il progetto formativo della scuola, che potranno anche autocandidarsi. La scelta dei docenti avviene all'interno di ambiti territoriali (a regime di dimensione inferiore al

    Una lavagna interattiva in ogni classe: una scuola ha trovato il modo di riuscirci (e lo mette a disposizione degli altri istituti)

    Sempre meno risorse per la scuola? All'Istituto comprensivo Conegliano 2  (Treviso) "G.B. Cima" (due sezioni per l'infanzia, cinque di scuola primaria e una di secondaria, cioè elementari e medie) hanno stabilito un obiettivo: dotare ogni classe del nostro Istituto di una Lim (lavagna interattiva multimediale). E un metodo: mettere insieme mondo economico e famiglie nell'interesse comune dei giovani. «E' un'iniziativa del tutto nuova che la nostra scuola, la prima in Italia, ha attivato nel prop...

    – Barbara Ganz

    Scuola, eppure le modifiche sono arrivate

    Da più di una settimana il dibattito pubblico sulla riforma della scuola somiglia sempre più a una lunga partita di Monopoli. Con tutti i giocatori al tavolo (ministre, parlamentari e leader sindacali) impegnati a lanciare i dati e passare continuamente dal "Via". Come se nel frattempo non ci fosse

    – Eugenio Bruno

1-10 di 36 risultati