Ultime notizie:

Conakry

    Franco CFA, i legami controversi tra Parigi e le ex colonie

    Gli sbarchi in Italia? Tutta colpa del franco CFA e della Francia, che spreme i Paesi africani impoverendoli, costringendo i suoi abitanti a migrare in Europa. Vi sono più argomenti che rendono pretestuose le accuse mosse da politici del Movimento 5 Stelle e del Partito Fratelli d'Italia al franco

    – di Roberto Bongiorni

    Stop ai permessi umanitari: asilo solo a due su dieci

    In pochi mesi la stretta sui permessi di soggiorno per motivi umanitari, prima ridotti e poi cancellati, ha portato all'80% i "no" alle domande di asilo complessive dei migranti. Non c'è stata però una parallela crescita dei rimpatri. Da giugno a novembre i rientri nei Paesi d'origine si sono anzi

    – di Bianca Lucia Mazzei

    Gli affari in Costa d'Avorio di Vincent Bollorè

    Una rete di potere costruita in circa venti anni in Africa con il beneplacito di ambienti governativi: fatta di concessioni vinte in alcuni casi senza un processo d'asta tra consorzi. L'inchiesta su "corruzione di agenti pubblici esteri " su Vincent Bolloré e sul suo gruppo rischia di scoperchiare un pentolone che fino ad oggi era ben sigillato. La rete di concessioni africane di Bolloré attraversa Paesi come il Togo, la Guinea ma anche la Costa d'Avorio, che per ora non è ancora entrato nell'...

    – Carlo Festa

    Nella tela africana di Bolloré spunta anche la Costa d'Avorio

    Una rete di potere costruita in circa venti anni in Africa con il beneplacito di ambienti governativi: fatta di concessioni vinte in alcuni casi senza un processo d'asta tra consorzi. L'inchiesta su «corruzione di agenti pubblici esteri» su Vincent Bolloré e sul suo gruppo rischia di scoperchiare

    – di Carlo Festa

    Bolloré in stato di fermo per corruzione. I guai africani e il tentativo di imbavagliare la stampa

    Il finanziere francese Vincent Bollorè è in stato di fermo per la corruzione di funzionari pubblici stranieri in una vicenda legata a concessioni portuali in Togo e Guinea. E' scoppiata in modo dirompente l'inchiesta di cui molti in Francia parlavano negli ultimi tempi. Il problema africano di Vincent Bollorè, che tramite i suoi legali e un comunicato ufficiale del gruppo da lui presieduto ha smentito ogni coinvolgimento, è emerso in superficie. Alcuni media, francesi e internazionali, negli ult...

    – Carlo Festa

    Media, finanza e porti in Africa, così Bolloré ha costruito il suo impero

    Fondato quasi 200 anni fa, il gruppo Bolloré è stato sempre controllato a maggioranza dalla famiglia bretone che mai come oggi è sotto i riflettori dopo il fermo del patron Vincent per sospetta corruzione nelle attività portuali in Africa. Nato nel 1822 come «Papeteries Bolloré», quindi come

    – di Giuliana Licini

1-10 di 43 risultati