Ultime notizie:

Comitato di Basilea

    Banche, sui titoli di Stato «mina» da 5,8 miliardi

    «La preoccupazione di molti per i debiti pubblici elevati è giustificata, ma la tesi secondo cui una revisione del trattamento prudenziale delle esposizioni sovrane sarebbe indispensabile per recidere il nesso tra banche e Stato trascura il fatto che questo legame si alimenta soprattutto attraverso

    – di Laura Serafini

    Etf sintetici, un rischio di mercato che sfugge ai regolatori europei

    La recente pubblicazione degli stress test della European banking authority (Eba) ha ancora una volta posto l'attenzione su due aspetti primari relativi alla stabilità del sistema bancario. Il primo è quello dei dati da cui partire e delle ipotesi su cui costruire gli scenari avversi su cui

    – di Marco Giorgino

    I danni collaterali di un settore finanziario troppo sviluppato

    Mentre vanno avanti i negoziati per la Brexit del Regno Unito, gli altri Paesi europei stanno utilizzando la fase di incertezza sulla futura regolamentazione dei mercati finanziari del continente per attirare aziende e attività lontano da Londra verso i centri rivali. I francesi sono

    – di Howard Davies

    L'eccesso di regole che soffoca il credito

    La recente grande crisi finanziaria ha innescato un flusso continuo di norme e adempimenti che si è accumulato negli anni, al punto da meritare la definizione di bolla regolamentare.

    – di Pietro Alessandrini e Luca Papi

    Se i Vigilanti globali trattano le banche come gli hedge fund

    La francese madame Daniele Nouy si appresta a lasciare la guida della neonata Vigilanza bancaria europea dopo aver connotato il suo mandato sulla riduzione dei rischi bancari, che per Francoforte sostanzialmente hanno coinciso con i non performing loans (Npl) che abbondavano soprattutto tra le

    – di Alessandro Graziani

    Cosa è andato storto in Europa? Trent'anni dopo, rileggiamo il discorso di Bruges

    L'autore di questo post è Luca Bellardini, dottorando di ricerca in Management ­(indirizzo Banking & Finance) presso l'Università Tor Vergata - Riflettere sugli ultimi trent'anni di integrazione europea non può essere «un'arida cronaca di fatti oscuri nelle polverose biblioteche della storia», per citare il discorso che il 20 settembre 1988 Margaret Thatcher pronunciò a Bruges, nella sede del Collegio d'Europa. Da allora, una pletora di riforme ha cambiato in maniera significativa il volto dell...

    – Econopoly

    Vigilanza, Paesi in ordine sparso

    Mentre si avvicina il decimo anniversario dell'inizio della crisi finanziaria mondiale, una marea di revisioni retrospettive si sta abbattendo su di noi. Molte di loro proveranno a rispondere alla Grande domanda: il sistema finanziario è stato radicalmente riformato, così da impedire il ripetersi

    – di Howard Davies

    Angeloni (Bce): «Banche italiane oggi più solide, ma l'Europa sia più unita»

    FRANCOFORTE - Il sistema bancario europeo è oggi più solido. Le banche sono più capitalizzate, l'erogazione dei prestiti è aumentata, i crediti deteriorati sono stati ridotti enormemente soprattutto dalle banche italiane. Rimangono criticità specifiche, che vanno affrontate con decisione. La

    – dalla corrispondente Isabella Bufacchi

    Banche, tutti i rischi della Flat tax: un conto salato da 3 a 5 miliardi

    La Flat tax pentaleghista presenta più rischi che vantaggi per le banche. Almeno nel breve-medio periodo. Prendendo per buone le due righe riservate alla nuova tassazione per le imprese riportate nel «Contratto per il Governo del cambiamento», l'impatto della «Dual tax», come sarebbe meglio

    – di Marco Mobili

1-10 di 270 risultati