Ultime notizie:

Colf

    Colf e badanti: nuova patente di qualità, ma solo con un anno di lavoro in regola

    Tra i pre-requisiti richiesti la conoscenza base dell'italiano e aver partecipato a un corso di formazione di almeno 40 ore per le colf e 64 ore per baby sitter e badanti Avere una conoscenza di base della lingua italiana, aver partecipato a un corso di formazione nell'ultimo triennio di almeno 40 ore per il ruolo di colf e di almeno 64 ore per baby sitter e badanti e infine aver lavorato per almeno 12 mesi - anche non continuativi - con un contratto in regola (sempre negli ultimi...

    – di Valentina Melis

    Digitale è partecipazione

    "La libertà è partecipazione" cantava il grande Gaber e il digitale, ci ripetiamo, è partecipativo. Ma come si attua la partecipazione? Prendiamo il recente caso della scuola romana accusata di classismo perché nella sua auto presentazione si leggeva (fonte Corriere «La sede di via Trionfale e il plesso di via Taverna accolgono alunni appartenenti a famiglie del ceto medio-alto, mentre il plesso di via Assarotti, situato nel cuore del quartiere popolare di Monte Mario, accoglie alunni di estraz...

    – Giuliano Castigliego

    I «superpolli» e i disastri di una società segregata

    Le disuguaglianze vanno ridotte non cristallizzate. Per questo occorre contrastare la tendenza nel nostro paese a formare classi il più possibile omogenee dal punto di vista dello status socio-culturale delle famiglie dei ragazzi

    – di Vittorio Pelligra

    Colf e badanti: buco fiscale di 2 miliardi

    Secondo il rapporto sul lavoro domestico di Domina e Fondazione Moressa l'emersione di 1,2 milioni di addetti porterebbe allo Stato 1,4 miliardi di contributi e 645 milioni di Irpef

    – Valentina Melis

    Perché i migranti scappano da casa loro?

    La povertà in Nigeria, il terrorismo in Mali, le guerre che lacerano il paese nel Sudan. E ancora, i migranti «invisibili» dalla Tunisia e la repressione in Afghanistan. Dietro alla fuga di milioni di cittadini ci sono motivi che ignoriamo. O non riusciamo ancora a capire

    – di Valentina Furlanetto

    Senza programmazione flussi di ingresso in 7 anni persi 210mila posti nel lavoro domestico

    La mancata programmazione dei flussi di ingresso pesa sul lavoro domestico, il settore dei servizi nel quale la presenza di immigrati è in assoluto più alta. Su 859.233 colf e badanti regolarmente censiti negli archivi Inps a fine 2018, 613.269 erano immigrati. C'è poi un'altro tema: in uno studio dal titolo provocatorio ("Gli stranieri ci rubano il lavoro") la Fondazione Leone Moressa sottolinea che italiani e stranieri fanno lavori diversi e sostanzialmente complementari

    – di Andrea Carli

1-10 di 752 risultati