Ultime notizie:

Claudio Torcellan

    Crolla la redditività delle banche in Europa. Il rimedio? Le aggregazioni

    «Il problema della scarsa profittabilità riguarderà tutto il settore europeo - spiega Claudio Torcellan, partner di Oliver Wyman - e anche l'Italia dove lo smaltimento degli Npl aveva fatto grandi passi avanti ma non come in altri Paesi europei». ... «Le azioni da implementare sono tre e ben note da tempo ai supervisori e agli attori in campo: aggregazioni, taglio dei costi e rivisitazione del business model in chiave digitale - commenta Torcellan - la crisi ha solo accelerato l'urgenza di agire,...

    – di Alessandro Graziani

    Banche e Fase2: a rischio 80 miliardi di Utp esclusi dalle garanzie del Decreto liquidità

    Torcellan (Oliver Wyman): «Se questi crediti a rischio si trasformano in Npl possono avere per i conti delle banche un impatto negativo compreso tra i 15 e i 20 miliardi». ... «C'è un rischio enorme per il settore bancario ma anche un serio problema industriale che, proprio perché si tratta di aziende che già erano in difficoltà, va affrontato con urgenza», spiega Claudio Torcellan, partner della società di consulenza Oliver Wyman che ha stimato le potenziali perdite per le banche italiane.

    – di Alessandro Graziani

    Utili in picchiata oltre il 100%

    «Il business Corporate e Investment Banking delle banche italiane è storicamente focalizzato sul servizio alla clientela corporate e come tale sarà particolarmente impattato dalla crisi Covid-19 -» spiega Claudio Torcellan, partner e responsabile... «In termini strutturali e prospettici, la scala e la necessità di investire in tecnologia continuano ad essere i fattori chiave per garantire la profittabilità del business CIB - aggiunge Torcellan - la compressione dei ricavi e dei margini...

    – di Lucilla Incorvati

    Coronavirus, digitale e smart working test per le banche del futuro

    Claudio Torcellan (Oliver Wyman): «La crisi ha accelerato il nuovo modo di fare banca, la trasformazione è già in atto» ... Claudio Torcellan, partner della società di consulenza Oliver Wyman, da anni sostiene la necessità di una più rapida trasformazione digitale delle banche italiane. ... «In generale, l'intero settore ha risposto bene all'emergenza - osserva Torcellan - anche se è evidente che le banche più grandi e/o che più e meglio avevano investito nel digitale, stanno...

    – di Alessandro Graziani

    Banche, rapporto shock: margini a picco e 70mila posti a rischio in 5 anni

    Per il settore del credito terapia shock della società di consulenza internazionale. Le banche italiane dovranno ridurre le base dei costi di circa 5 miliardi di euro. Claudio Torcellan, partner OW: «Bisogna che tutti siano consapevoli che la tempesta industriale c'è e va affrontata»

    – di Alessandro Graziani

    Banche, i grandi gruppi Usa "padroni" dell'Europa con il 40% del mercato

    Il predominio delle grandi banche Usa nel settore del corporate & investment banking (Cib), che a livello globale vale circa 530 miliardi di dollari di ricavi, si è accentuato anche nel 2018. Andando a erodere nuove quote di mercato, sulle due sponde dell'Atlantico, alle grandi banche europee del

    – di Alessandro Graziani

    «Banche, 70mila esuberi per allinearsi all'Europa»

    Le banche italiane faticano ad adeguarsi alla rivoluzione digitale in corso da anni a livello globale. Un ritardo che in parte si spiega con quello che l'intero sistema Paese ha rispetto alla media dei Paesi europei in termini di infrastruttura di banda larga (22% in Italia contro una media Ue del

    – di Alessandro Graziani

    Dal nuovo Euribor oneri per banche e clienti

    Eonia, Euribor, Ester e il risk-free rate pronto a entrare in campo in caso di «infortunio» di uno dei tassi precedenti. La rivoluzione dei parametri che regolano i mercati interbancari è in pieno svolgimento in Europa e nel resto del mondo: le novità si succedono con cadenza quasi settimanale, al

    – di Maximilian Cellino

    Basilea 3 ad alto impatto in Europa

    Alle banche italiane costerà tra 20 e 25 miliardi - Francia e Gran Bretagna le più esposte - IL VANTAGGIO - I gruppi del nostro paese beneficiano di un minor utilizzo della leva finanziaria e di un minor possesso di titoli ibridi di capitale

    – Maximilian Cellino