Persone

Claudio Scajola

Claudio Scajola è un politico. Fino a maggio 2010 è stato impegnato come Ministro per lo Sviluppo Economico del IV governo Berlusconi, per il quale era stato ministro altre tre volte: Ministro dell’Interno dal 2001 al 2002, Ministro per l’Attuazione del Programma di Governo dal 2003 al 2005 e Ministro delle Attività Produttive dal 2005 al 2006.

Scajola ha iniziato la sua collaborazione politica con Berlusconi nel 1995, quando aderì a Forza Italia e assunse l’incarico di coordinatore provinciale; nel 1996 è stato invece eletto deputato nel collegio uninominale d’Imperia per il Polo per le Libertà e ha poi assunto il ruolo di Coordinatore Nazionale di Forza Italia.

Prima ancora di approdare a Forza Italia, Scajola è stato consigliere comunale a Imperia, sua città natale, e poi Sindaco della stessa, ruolo che negli anni ‘70 ha ricoperto due volte. Scajola, che ha iniziato la sua carriera politica molto presto militando nella Federazione Universitaria Cattolica Italiana prima e nel Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana poi, è stato anche dirigente dell’Inadel e presidente della USL d’Imperia.

L'ultimo incarico di Claudio Scajola è stato quello di Ministro dello Sviluppo Economico, la cui struttura somma quelle dell'ex Ministero delle Attività produttive, dell'ex Ministero delle Comunicazioni e dell'ex Ministero del Commercio internazionale.

Scajola è appassionato di sport (è Presidente onorario della squadra di pallanuoto Rari Nantes di Imperia), di veicoli d’epoca (è socio dell’Automotoclub Storico Italiano) e di cucina (è membro dell’Accademia Italiana della Cucina).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | Claudio Scajola | Imperia | FI | Federazione Universitaria Cattolica Italiana | Ministero del commercio internazionale | Unità Sanitaria Locale | Ministero delle Comunicazioni | Ministro per l'Attuazione del Programma | Berlusconi | Automotoclub Storico Italiano | Ministro delle Attività Produttive | Cdl | DC |

Ultime notizie su Claudio Scajola

    Natale e Capodanno: stop ai botti e sì ai giochi di luce

    AGGIORNAMENTO DEL 29 DICEMBRE IN CODA - APPELLI DEGLI ANIMALISTI CONTRO I BOTTI +++ AGGIORNAMENTO DEL 29 DICEMBRE 2018 IN CODA - IL DIVIETO A GENOVA +++ AGGIORNAMENTO DEL 28 DICEMBRE 2018 IN CODA - I DIVIETI IN SARDEGNA +++ AGGIORNAMENTO DEL 28 DICEMBRE 2018 IN CODA - NIENTE ORDINANZA A MODENA: BOTTI VIETATI TUTTO L'ANNO +++ AGGIORNAMENTO DEL 28 DICEMBRE 2018 IN CODA - SEQUESTRATE TONNELLATE DI BOTTI +++ AGGIORNAMENTO DEL 28 DICEMBRE 2018 IN CODA - CAMPAGNA DELL'ODV ROMA CON SALVI E BA...

    – Guido Minciotti

    Carige, in crisi profonda anche l'ultima banca della prima Repubblica

    Chissà se lo spagnolo Ramon Quintana della Vigilanza Bce e la tedesca Elke Konig del Single Resolution Board della Ue avrebbero mai pensato di dover essere chiamati - come avvenne nella lunga notte tra il 15 e il 16 novembre del 2017 - per gestire la resolution, ovvero il fallimento, dell'italiana

    – di Alessandro Graziani

    Politica, come è cambiata la classe dirigente alla guida del nostro Paese?

    Qualcuno parla di inizio della terza Repubblica. I diretti interessati si definiscono "il Governo del cambiamento". Indubbiamente il Governo gialloverde guidato da Giuseppe Conte rappresenta un momento di discontinuità rispetto al passato. Specchio ne è la nuova classe dirigente che sta oggi governando il paese, frutto di percorsi di studi e professionali gradualmente cambiati rispetto alle origini della nostra Repubblica. Come è cambiata la classe dirigente alla guida del nostro paese? Abbiamo ...

    – Filippo Mastroianni

    Ballottaggi, spoglio in corso. Affluenza in forte calo al 47,6%

    E' stata del 47,61% l'affluenza definitiva in 67 dei 75 comuni chiamati alle urne per i ballottaggi per le elezioni comunali sulla base dei dati raccolti dal Viminale.Al primo turno l'affluenza era stata del 60,42%. Dunque il calo è stato di circa 13 punti percentuali.

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    Ballottaggi, centrodestra parte in vantaggio in 32 ballottaggi su 75

    Il centrodestra punta sulla vittoria a valanga, con una partita nella partita data dalla competizione tra Fi e Lega. Il centrosinistra vuole evitare la debacle e difendere le sue roccaforti nelle ex regioni rosse. I 5 stelle vogliono confermarsi "animali da ballottaggio" e portare a casa i sette

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    Ballottaggi, ecco tutte le sfide: la Lega punta ai voti M5s per fare bottino pieno

    Saranno soprattutto sfide tra centrodestra e centrosinistra quelle che caratterizzeranno i ballottaggi di domenica 24 giugno nei 14 capoluoghi di provincia nei quali i sindaci non sono stati eletti al primo turno. Con il M5s escluso dalle sfide principali (sarà in campo solo a Terni, Avellino e

    – di A. Gagliardi e V. Nuti

    Comunali 2018, perché la vittoria di Salvini la pagano gli alleati

    La marcia trionfale di Matteo Salvini continua incessante. Ma a farne le spese sono soprattutto i suoi alleati. Sia quelli tradizionali del centrodestra - Forza Italia e FdI usciti ancora più ridimensionati - ma anche l'alleato di governo, il M5s, che paga il prezzo più alto. Proprio quel che

    – di Barbara Fiammeri

1-10 di 886 risultati