Ultime notizie:

Claude Chabrol

    Guida alle audizioni dei commissari - Quando la politica ha la meglio sui (presunti) euroburocrati

    Ventisei nuovi commissari, la massima espressione degli "euroburocrati" secondo alcuni, saranno oggetto di audizioni parlamentari, da oggi fino all'8 ottobre. Nessuno di loro si appresta ad affrontare "una gita di piacere", per citare il titolo di un film di Claude Chabrol del 1975 (Une partie de plaisir). Le audizioni sono regolate al minuto e riflettono bene il ruolo crescente del Parlamento europeo nella democrazia comunitaria. Un piccolo vademecum per capire come si svolgeranno i prossimi gi...

    – Beda Romano

    Via alla Festa del cinema di Roma il 18 ottobre: budget di 3,5 milioni

    Ha un budget di circa 3,5 milioni di euro la Festa del cinema di Roma, giunta alla tredicesima edizione, che si svolgerà dal 18 al 28 ottobre all'Auditorium Parco della musica di Roma. «Cosa invidio al Festival di Venezia? La storia e il budget», ha detto Antonio Monda, direttore artistico per il

    – di Nicoletta Cottone

    L'icona sexy degli anni '70

    Nata a Pola nel 1941, Laura Antonelli aveva esordito nel 1964 con un piccolo ruolo nel film cult «Il magnifico cornuto» del maestro Antonio Pietrangeli.Se negli anni successivi lavora con altri registi importanti - come Mario Bava («Le spie vengono dal semifreddo» del 1966), Pasquale Festa

    – Andrea Chimento

    Addio alla "maliziosa" e tormentata Laura Antonelli

    Abbarbicata sulla scala, la gonna cortissima sulle gambe di fuso in reggicalze e gli occhi da gatta, fece sognare milioni italiani che la elessero a sex-symbol. Poi la cocaina e la solitudine che la condussero in un baratro che l'avrebbe "fatta cadere in basso" fino all'oblio e quindi alla morte.

    – Stefano Biolchini

    La sfida di «comunicare la giustizia»

    Superare le resistenze: il sistema deve saper parlare ai cittadini - Il caso dell'appello Ruby - IL VERDETTO - Ezia Maccora: il giudice deve accompagnare il dispositivo con un'informazione provvisoria per rendere comprensibili i motivi della decisione

    – di Donatella Stasio

    Bruni Tedeschi, irresistibile perdente

    "Un castello in Italia" di Valeria Bruni tedeschi è una commedia in cui si ride con intelligenza Ecco la mia recensione sul domenicale di oggi Ci vuole maestria e coraggio a porre una quarantenne piacente, ricca, colta, elegante e snob al centro di una commedia, in cui recita la figura della perdente. Valeria Bruni Tedeschi in Un castello in Italia ci è riuscita, mettendo in gioco se stessa in una farsa autoironica, che con sagacia e lievità affronta temi gravi come la maternità, la morte, l'amo...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 41 risultati