Ultime notizie:

Claire Underwood

    House of Cards, nell'ultima stagione il potere è donna

    E così, come nella miglior tradizione della tv, il personaggio principale muore e si trova un altro leader: «l'era dell'uomo bianco di mezza età è finita», ha annunciato Claire Underwood nel trailer della sesta e ultima stagione.

    – di Marta Cagnola

    Come in «House of Cards», giro del mondo nelle stanze del potere

    A regnare sullo Studio Ovale, nella sesta e ultima serie di «House of Cards», sarà lei: Claire Underwood. ... Chissà, poi, cosa riserverà il futuro al visitatore più ambizioso: anche la carriera politica di Claire Underwood, del resto, è partita nei corridoi dell’edificio di Turtle Bay, con un incarico da ambasciatore alle Nazioni unite.

    – di Marta Casadei

    Nessuno fermerà la musica

    The power of Taylor Swift». «Taylor Swift is the music industry». Forse sono state quelle parole su quelle due copertine (rispettivamente Time e Bloomberg Businessweek, entrambe di novembre 2014) a cambiare tutto. Forse è stato da quel momento che il mondo ha iniziato a prendere definitivamente sul

    – Mattia Carzaniga

    Über femmina

    Prima del monopolio televisivo di Shonda Rhimes c'era quello di Aaron Sorkin, e forse era meglio. La Casa Bianca di West Wing (1999-2006) era credibile quanto quella di Scandal, ma almeno lo spettatore si sentiva rassicurato: nell'ufficio di Jed Bartlet entravano perlopiù brave persone e politica

    – Ester Viola

    Perché House of Cards non è che un'altra serie sul matrimonio

    La prima stagione di House of Cards l'aveva anticipata Kevin Spacey nel 1996: «E' quello che tira i fili, che manipola» - descriveva il Keyser Söze per cui gli stavano dando l'Oscar, spoilerava il Frank Underwood del secolo successivo. La seconda stagione l'aveva preconizzata nel 2000. Altro Oscar,

    – di Guia Soncini

    Guida per rivalutare la tua vita

    Tutto quel che non funziona nelle serie televisive degli anni Dieci è colpa di un equivoco degli anni Trenta (del secolo precedente). Quelli in cui una certa Katharine Hepburn commissionò Scandalo a Filadelfia, la pièce con cui sarebbe diventata Katharine Hepburn (incidentalmente, Scandalo a

    – di Guia Soncini