Ultime notizie:

Citi

    Smog, per Greenpeace servono meno auto e meno allevamenti

    AGGIORNAMENTO DEL 15 GENNAIO 2020 IN CODA - LA RISPOSTA DI CARNI SOSTENIBILI A GREENPEACE +++ POST DEL 9 GENNAIO Con la Pianura Padana che registra livelli allarmanti di smog, in particolare di polveri sottili, Greenpeace ricorda come "il blocco delle auto sia un provvedimento utile a gestire l'emergenza, ma occorra intervenire in maniera strutturale sulle cause", come ad esempio l'allevamento di animali. Per l'associazione "il settore dei trasporti va rivoluzionato al più presto, abbandonand...

    – Guido Minciotti

    I quattro italiani che hanno fatto l'operazione Lvmh-Tiffany

    Il complesso percorso tra Parigi e New York che ha permesso nel giro di 10 anni di costruire un impero di tale portata ha visto una regia tutta Made in Italy rappresentata da tre manager e un banchiere: Toni Belloni, uomo di fiducia di Arnault, Francesco Trapani, il nipote della famiglia Bulgari, Alessandro Bogliolo, ceo di Tiffany, e Luigi de Vecchi, presidente Emea dell'investment banking di Citi

    – di Marigia Mangano

    Industria 4.0 - XaaS e altri passi per semplificare la complessità nella manifattura: l'automazione

    Con iI salto tecnologico "il mondo dell'automazione è di nuovo eccitante", scrivono gli analisti - ma la diversità e il numero delle tecnologie disponibili aumenta anche la complessità. L'automazione è un campo di sfida ideale per mettere alla prova non solo tecnologie e sistemi, ma anche la riuscita del mix perfetto per la singola operazione industriale. Data, data analytics, simulazioni dinamiche 3D di intere linee, gemelli digitali, massima connettività via wi-fi-ethernet-bluetooth-LTE-5G, ed...

    – Guiomar Parada

    Petrolio, all'Opec la Russia vince la partita sul calcolo della produzione

    Mosca ottiene di escludere i condensati - parenti stretti del greggio, ma non propriamente greggio - dal calcolo della produzione. Una questione centrale per sbloccare il resto della trattativa. Il vertice, cominciato in forte ritardo, va verso l'approvazione di tagli extra per 500mila barili al giorno

    – di Sissi Bellomo

    Da Tiffany alla «lepre» Moncler, i colossi del lusso si sfidano a colpi di miliardi

    A pochi giorni dalla più grande operazione di sempre nel settore, l'acquisizione di Tiffany da parte del colosso francese Lvmh, gli arcirivali di Kering puntano Moncler (che conferma i contatti). Richemont, terzo incomodo, dopo il delisting di Ynap, non sembra avere prede nel mirino. Mai dire mai però: nell'alta gamma c'è ancora spazio per consolidamento

    – di Giulia Crivelli

1-10 di 922 risultati