Ultime notizie:

Christopher Lasch

    Rimediare - Ri-mediare

    Poche volte mi è capito di essere coinvolto in un progetto che parte da un libro e riesce a creare un gruppo su alcuni temi, anzi fa crescere questo gruppo, spingerlo a incontrarsi (non solo nelle occasioni pubbliche delle presentazioni) e a riflettere su un prosieguo, sulla possibilità di costruire un'architettura sempre più forte e complessa. Ecco questo mi è successo con il gruppo (davvero interdisciplinare) messo insieme da Francesco De Biase  per il libro Rimediare - Ri-mediare. Saperi, te...

    – Simone Arcagni

    La campagna permanente che mina il paese

    Il malessere e l'instabilità della politica italiana si sono manifestati, almeno dalle elezioni del 2018, con una democrazia in campagna elettorale permanente, che ha reso cauti e oltremodo indecisi i governi e incendiarie le opposizioni.

    – di Carlo Carboni

    La desolata libertà dell'«homo digitalis»

    Bisognerebbe sostenere di più l'"uomo novecentesco" che c'è in Alessandro Baricco, mentre lui in nome delle magnifiche sorti del digitale vorrebbe tacitarlo. In che senso? Provo a spiegarlo tra un po'(mi accorgo che la prosa baricchiana è contagiosa: stavo per dire «Fidatevi, ora ve lo spiego!»).

    – di Filippo La Porta

    La civiltà anarchica di Eleuthera

    E' morto martedì scorso a Milano, dove era nato nel 1941, Amedeo Bertolo, fondatore di riviste anarchiche e di una casa editrice, Eleuthera, nata nel 1986 e mandata pervicacemente avanti grazie a un piccolo gruppo di collaboratori che ha avuto alla testa la sua ostinata compagna, Rossella Di Leo,

    – di Goffredo Fofi

    La resistibile invadenza dell'io

    Due piccoli romanzi venuti, diciamo così, dalle due sponde dell'Oceano Pacifico, indicano un cambiamento di prospettiva nella letteratura contemporanea che ci sembra benvenuto. Si tratta di Il proiezionista del giapponese Abe Kazushige (Jaca Book/Calabuig, Milano, pagg. 220, ? 14) e di Andarsene

    – di Goffredo Fofi

    Contro i dadaisti del male

    Leggendo il Male necessario. Etica ed estetica sulla scena contemporanea (Bollati Boringhieri, pagg. 158, ? 14,00) di Arturo Mazzarella mi chiedevo se

    – di Filippo La Porta

    Occupy dove vai?

    Cosa farne, passato l'uragano, di Occupy? Tra le vestigia del movimento-novità dell'inverno scorso, s'aggira un veterano dotato di sufficiente spirito critico

    – di Stefano Pistolini