Ultime notizie:

China Ocean Shipping Company

    Perché la nuova Via della Seta è un strada lastricata di trappole

    Ha destato grande dibattito, in Italia e all'estero, il controverso Memorandum of Understanding (MoU) tra Italia e Cina, mediante il quale la Cina ha coinvolto nella Via della Seta (Belt and Road Initiative, BRI) per la prima volta un Paese del G7. Un successo diplomatico per il gigante asiatico che rappresenta inoltre una conferma dell'acquisizione di uno status di potenza economica globale. Con l'adesione dell'Italia - che ha firmato accordi commerciali per un valore di circa 7 miliardi di Eur...

    – Andrea Festa

    Così i colossi cinesi corteggiano i porti di Genova e Trieste

    Genova e Trieste sono i porti italiani in prima linea per entrare a pieno titolo, anche con accordi di partnership, nei progetti italo-cinesi per la Belt & road initiative (Bri). La nuova Via della seta si sta sviluppando sia sulla direttrice terrestre, con la ferrovia, sia su quella marittima. E

    – di Raoul de Forcade

    Cina al Pireo: attenta, Olanda, le rotte commerciali non sono scritte sulla pietra

    Per valutare una possibile concreta di collaborazione commerciale fra Europa e Cina, prima ancora che le petizioni di principio, bisognerà osservare in che misura la Ue consentirà investimenti cinesi strategici sul proprio territorio, a cominciare dalle infrastrutture sensibili come quelle portuali e ferroviari. Il tema è oggetto di un approfondimento pubblicato da Brugel, che svolge una ricognizione molto interessante sullo stato degli investimenti portuali in Ue, che come è noto è impegnata ne...

    – Maurizio Sgroi

    La lunga marcia della Cina sui porti europei

    Lo scorso anno il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha avanzato la proposta di istituire un nuovo meccanismo europeo per vagliare gli investimenti diretti esteri (Ide), sostenendo che «se una società straniera di proprietà statale vuole acquistare un porto europeo, parte

    – di Simone Tagliapietra

    La classifica dei Paesi che "sfruttano" di più il canale di Panama

    Il 26 giugno è stato inaugurato l'ampliamento del canale di Panama. Il potenziamento della grande opera vede tra i protagonisti  l'azienda italiana Salini Impregilo che ha progettato il sistema di chiuse e di canali d'accesso e uscita agli estremi dell'istmo tra Centro e Sudamerica. D'ora in poi grazie al nuovo set di chiuse il canale potrà consentire  il passaggio di navi di maggiore tonnellaggio denominate Post Panamax, con una capacità sino a 12.600 TEUs, una lunghezza di 427 metri, una largh...

    – Luisanna Benfatto

    • Pechino pronta ad aiutare Atene

      L'IMPEGNO DI WEN - Il premier cinese annuncia: «Faremo un grande sforzo per sostenere l'economia ellenica». Pronto un piano di investimenti nell'Egeo

      – Vittorio Da Rold