Ultime notizie:

Chiara Gamberale

    Romanzi ad alta velocità

    Molte trasformazioni recenti della narrativa italiana riguardano il tempo del racconto; una delle categorie più utili per descrivere il romanzo contemporaneo è indubbiamente la velocità. Generalizzare è lecito perché i controesempi sono relativamente pochi: da almeno venticinque anni a questa parte

    – di Gianluigi Simonetti

    E' giusto adorare le persone famose?

    Al giorno d'oggi, oltre alle forme tradizionali di divismo (mostrate dai mass media), ci sono anche forme di divismo che nascono e si diffondono sul web (tramite social networks, blogs, siti web) e qualche volta (come nel caso di Selvaggia Lucarelli) arrivano sui mass media. L'Associazione per la Retorica - presieduta da Flavia Trupia (consulente di comunicazione, ghostwriter, blogger), con sede a Roma - si occupa di proporre lo strumento comunicativo della retorica nei mondi della politica, de...

    – Gabriele Caramellino

    Non-mamme, istruzioni per l'uso (nel giorno della #festadellamamma e non solo)

    "Che ne puoi sapere tu, di cosa significa avere un figlio. Sei brava a pontificare di amore e dolore perché affronti la famigerata vita vera solo in teoria, dall'eterna adolescente viziata che sei". "Che ne puoi sapere tu, Pietro. Che ne puoi sapere tu di cosa significa, alla mia età, non avercelo, un figlio". (Chiara Gamberale, Adesso)

    – Francesca Milano

    Libri, tra le novità del 2017 molte voci al femminile

    L'atteso ritorno di una delle scrittrici indiane più amate, Arundhati Roy, il debutto nella sceneggiatura di J.K. Rowling, la personalissima riflessionesulle copertine dei libri del Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri e il nuovo romanzo di Paula Hawkins, l'autrice de 'La ragazza del treno' diventato un

    Consolatorio sfarfallio epigastrico

    E'un esercito di nostalgici della gastrite, di aerofagici impenitenti, di teorici del reflusso e malinconici duodenali, quello messo in campo da Chiara Gamberale nel suo ultimo libro Adesso, dedicato non a lui e nemmeno a quell'altro, bensì "ad esso".

    – di Zerlina

    Quelli che "Natale coi i tuoi" e quelli che "Natale con chi vuoi"

    "Mio marito e io, invece, a Natale scappavamo da tutto e da tutti. In Cambogia, in India, in Cile. Per quasi vent'anni abbiamo girato il mondo, fuggendo dalle cene di Natale, dai pranzi. Dai presepi e dagli alberi", gli ho confidato io. "Perché?" Ato ha sgranato gli occhi enormi. "Il Natale è stupendo!" E' stupendo evitarlo insieme a chi ami: è quella fuga sì, che diventa davvero Natale. Ho pensato". (Chiara Gamberale - Per dieci minuti)

    – Francesca Milano

    Il premio Bancarella va a Michela Marzano

    Il libro "L'amore è tutto: è tutto ciò che so dell'amore" di Michela Marzano (Utet) ha vinto la 62/a edizione del premio Bancarella di Pontremoli (Massa

    – di S.Bio.

1-10 di 21 risultati