Persone

Chiara Appendino


Chiara Appendino, nata nel 1985 a Moncalieri (To), è stata eletta sindaco di Torino il 19 giugno del 2016.

Si è candidata per il Movimento 5 Stelle all'elezioni municipali del capoluogo piemontese del 5 giugno 2016 e nel primo turno aveva ottenuto il 30,9% dei voti.

Il 19 giugno del 2016 ha superatto il turno di ballottagio contro il sindaco uscente del Pd Piero Fassino, ottenendo il 54,6% dei voti.

Simpatizzante del M5S dal 2010, è stata eletta consigliera comunale e poi vicepresidente della commissione bilancio del comune di Torino.

L'8 novembre 2015 ha annunciato la sua canditatura col M5S, alla carica di sindaco di Torino.

Ha frequentato il Liceo Classico Gioberti ad indirizzo linguistico e parla il tedesco, l'inglese, il francese ed lo spagnolo. Successivamente ha studiato economia internazionale e management, per poi specializzarsi in pianificazione e controllo di gestione aziendale.

Ha lavorato per la Juventus Football Club S.p.A, prima di assumere il ruolo di responsabile del controllo di gestione nell'azienda di famiglia.

E' sposata e madre di una bimba, Sara, nata il 19 gennaio del 2016 .

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Controllo di gestione | Torino | Sindaco | Chiara Appendino | Piero Fassino | Liceo Classico Gioberti | Juventus | Pd | M5S |

Ultime notizie su Chiara Appendino

    Il sindaco di Bari Decaro al top tra i primi cittadini, Appendino e Raggi ko

    Lo sa bene Chiara Appendino, che dopo i primi mesi a Palazzo di Città alla guida di Torino vinceva di slancio la corsa del Governance Poll, mentre ora sprofonda alla casella numero 97; un po' meglio della collega del Campidoglio e un poco peggio rispetto al Nisseno Roberto Gambino, che al 91° posto chiude la non esaltante terna a Cinque Stelle alla guida dei capoluoghi di Provincia.

    – di Gianni Trovati

    Tav, così la Torino-Lione che non piace agli ambientalisti ha salvato la farfalla rara

    Il sindaco di Lione ha anche ammesso: «So che il mio parere e quello della mia collega di Torino (Chiara Appendino, ndr), non può avere infuenza su una decisione che spetta ai due governi nazionali - ha aggiunto Doucet - Ma ora che sono alla guida della mia città credo di dover dire la mia pinione».

    – di Carlo Andrea Finotto

    Compagnia di San Paolo al rinnovo, Profumo resta alla presidenza, Ventrella vice

    A far parte del Consiglio, oltre ai membri dello stesso Comitato di gestione e al presidente Profumo, che ha ottenuto l'appogguio pieno da parte della sindaca di Torino Chiara Appendino, ci saranno anche alcuni consiglieri «cooptati», circolano i nomi di Barbara Graffino, di Talent Garden, e dell'ex sottosegretario Maria Grazia Siliquini.

    – di R.Fi.

    Torino prova a tenere il passo sul progetto Smart city

    Si tratta della piattaforma per l'innovazione voluta tre anni fa dall'attuale ministro all'Innovazione Paola Pisano, all'epoca membro della Giunta di Chiara Appendino, con l'obiettivo di creare un ecosistema che favorisca e acceleri la sperimentazione di nuovi servizi e tecnologie smart.

    – di Filomena Greco

    Coronavirus, tutte le ordinanze regione per regione

    Lombardia, Veneto, Piemonte e tutti gli altri: le contromisure di regioni e comuni per fermare la diffusione del virus: scuole, musei, centri di aggregazione chiusi, Carnevale di Venezia annullato

    Rogo Thyssen: respinto ultimo ricorso, manager vanno in cella

    Un tribunale tedesco ha respinto il ricorso di Harald Espenhahn e Gerald Priegnitz, i manager della multinazionale dell'acciaio riconosciuti responsabili in via definitiva per il rogo che nel 2007, a Torino, uccise sette operai

1-10 di 273 risultati