Ultime notizie:

Charlie Chaplin

    Perdere il lavoro a 50 anni. L'ultimo film di Stéphane Brizé

    Il cinema da sempre è stato vicino alle tematiche del lavoro, dal celeberrimo Charlie Chaplin avvitatore d’aria nella catena di montaggio di Tempi Moderni (1936) al documentario di Antonioni sugli spazzini, Nettezza urbana del 1948, ai filmati sulle produzioni industriali realizzati dal primo Olmi tra il 1953 e il 1961, La diga sul ghiacciaio, Tre fili fino a Milano e Un metro è lungo cinque.

    – di Cristina Battocletti

    Scoppia la guerra con Lindon e Brizé: al cinema il 15 novembre un film importante sul lavoro in anteprima su Domenica

    Il cinema da sempre è stato vicino alle tematiche del lavoro, dal celeberrimo Charlie Chaplin avvitatore d'aria nella catena di montaggio di Tempi Moderni (1936)?al documentario di Antonioni sugli spazzini, Nettezza urbana del 1948, ai filmati sulle produzioni industriali realizzati dal primo Olmi tra il 1953 e il 1961, La diga sul ghiacciaio, Tre fili fino a Milano e Un metro è lungo cinque.

    – Cristina Battocletti

    Epoche e stati scelti per passione

    Aumentano ogni anno il foglietto pubblicitario del 1989 per il Centenario della nascita di Charlie Chaplin, tirato in soli 6.000 esemplari (ora quotato 1.000 euro) e l'esemplare da 750 lire del 1992 per la Giornata della filatelia, prima tiratura dent.14 (170 euro) proveniente dal libretto di cinque esemplari (tiratura stimata 1.100 libretti, quotato 850 euro), assolutamente sottoquotato essendo considerato un francobollo tipo con diritto ad essere ospitato in tutti gli album della Repubblica

    – di Stefano Cosenz

    Addio a Neil Simon, padre della commedia degli anni Sessanta

    Raccontò che da piccolo fu folgorato dalla visione di Charlie Chaplin, da allora si ripromise di far ridere le persone da star male come aveva fatto lui (si era aggrappato a un muretto per vedere il film, cadde, sanguinò ma non smise di ridere anche quando lo portarono dal dottore).

    – di Redazione Online

    Torna il Food Film Fest, la «grande abbuffata» di cinema e cibo

    Cinefili con l'hobby della cucina? Grandi appassionati di cinema e ottime forchette? Sempre pronti a sprofondare nelle poltroncine di una sala d'essai ma ancora più pronti quando si tratta di infilare le gambe sotto al desco? Dal 12 al 17 giugno non avrete alibi: obbligatorio un salto a Bergamo,

    – di Francesco Prisco

    Caro manager narciso e prevaricatore, il prossimo robot è per te

    Premessa Ero da un cliente, quando vidi uscire dal suo ufficio un dirigente che si mise ad urlare, in un open space, contro una sua giovane collega perché non aveva inteso la giusta priorità dei task da portare avanti. Le sue urla zittirono tutti, la giovane ragazza rimase ammutolita, ad un passo dal pianto, non sapeva più dove guardare. Lui continuò ad urlarle addosso, con una veemenza, per me, ai limiti del reato penale. Avremmo tutti dovuto fare qualcosa, ma nessuno ebbe il coraggio di inte...

    – Emiliano Pecis

    Milo? Forman, addio al regista da Oscar. Tra Mozart, Jack Nicholson e Larry Flynn

    Si è spento all'età di 86 anni il grande regista ceco Milo? Forman, vincitore di due premi Oscar per «Qualcuno volò sul nido del cuculo» e «Amadeus». Nato a ?áslav, nell'allora Cecoslovacchia, il 18 febbraio 1932, Forman rimase orfano all'età di dodici anni per la morte dei genitori durante la

    – di Andrea Chimento

    Il flirt della Aston Martin con la Borsa, e alcune memorie di James Bond

    Nell'immagine: l'attore cinematografico britannico Sean Connery, negli anni Sessanta, quando interpretava il personaggio di James Bond. Chi segue da anni questo NòvaBlog sa che, ogni tanto, mi diverto a "trasformarmi" nel personaggio letterario e cinematografico di James Bond: il celebre agente segreto britannico - nome in codice: 007 - creato dallo scrittore britannico Ian Fleming (1908 - 1964) negli anni Cinquanta. Di solito, Bond (uomo di mondo) viene convocato dal capo dei servizi segreti ...

    – Gabriele Caramellino

    Il premio Oscar Dante Ferretti: «Così ho fatto rinascere il Fulgor di Fellini»

    Sullo schermo i muscoli a petto nudo - fotografia patinata, perfetta, di Bartolomeo Pagano - muovono i sorrisetti delle signore. Mentre gli uomini chissà. In sala c'è anche Urbano Fellini, è lì con suo figlio. Per il piccolo Federico è la prima volta. La prima volta al cinema, la prima volta che

    – di Serena Uccello

1-10 di 163 risultati