Ultime notizie:

Cesare Garboli

    Il poeta del bene di vivere

    Sandro Penna «è il più grande, e il più lieto, poeta italiano vivente». Davvero? Ignoro perché Pasolini, presentando nel 1970 l'edizione di Tutte le poesie, arrivasse a questa strana iperbole. E Montale? E Palazzeschi? Non erano né grandi né lieti? La definizione pasoliniana, che identifica

    – di Giorgio Ficara

    Alessandro e i suoi cari

    Nel 1982, alla vigilia della pubblicazione di La famiglia Manzoni, ci fu uno scambio di lettere piuttosto brusco tra l'autrice, Natalia Ginzburg, e la sua casa editrice, l'Einaudi. Apparentemente si trattava di una questione economica: le proponevano il dieci per cento di percentuale sulle vendite,

    – di Elisabetta Rasy

    Sorella d'arte cercasi

    E' probabile che la maggior parte dei ragazzi che quest'anno alla maturità hanno trovato una frase di Anna Banti nella traccia di uno dei temi d'italiano non sapessero nulla di questa scrittrice. Ma non si tratta (solo) di ignoranza giovanile: anche negli anni di riscoperta dei testi femminili del

    – di Elisabetta Rasy

    La nuova critica degli anni '90

    Ricordo perfettamente il mio primo incontro con Silvio Perrella. Era il maggio del 1991, salone del libro di Torino. Ero perplesso su quasi tutto e non molto allegro. Il passato novecentesco si allontanava con una definitiva accelerazione. L'anno prima erano morti Caproni e Moravia, stavo scrivendo

    – di Alfonso Berardinelli

    Due lacune del non finito

    Leggo e sfoglio un bel volume a cura di Anna Dolfi, Non finito, opera interrotta e modernità, da poco uscito presso la Firenze University Press (pagg. 660, ?

    – Alfonso Berardinelli

    L'unicità di Baldacci

    Dieci anni fa, a 72 anni, moriva a Firenze nella casa-museo lo studioso di implacabile lucidità che non temeva il giudizio di valore e le scelte controcorrente. L'archivio è fermo - Insieme a Garboli, era stato individuato da Debenedetti come il più sicuro e influente maestro per le generazioni future. E così, in effetti, è stato

    – Massimo Onofri

    Il Misantropo

    Forse non immaginavate, che Monsieur Molière potesse pensare e parlare come un autore contemporaneo e il suo Alceste " malato" di misantropia, rappresenta in

    – di Francesca Motta

    Più libri ai piccoli editori

    Qualche giorno fa ho avuto una delle più grandi soddisfazioni - se non la più grande - della mia pencolante carriera di professore a contratto di Scrittura

    – di Flavio Santi

1-10 di 14 risultati