Ultime notizie:

Cesare Borgia

    Le letterine caste e sottili di Lucrezia

    Nelle sue missive la figlia di papa Borgia non appare come la «femme fatale» della leggenda, ma come abile esperta della vita di corte

    – di Giulio Busi

    Botte da papa

    Uh, quante storie perché il regnante pontefice ha strattonato (chiedendo poi scusa) una fedele orientale, forse maldestra! I papi sono uomini, non va dimenticato. E come tali conservano il loro carattere anche sotto l'abito. Del resto, il primo Vicario di Cristo, Pietro, tagliò l'orecchio a Malco

    «Le fake news ci sono sempre state, la difesa è nelle biblioteche»

    «Quando, nel 1988, arrivai a Los Angeles, gli studenti più brillanti erano affascinati dal neoscetticismo. Per il neoscetticismo, la narrazione di finzione e la finzione storica erano indistinguibili. Il clima culturale di allora ha creato le condizioni favorevoli per le fake news di oggi».

    – di Paolo Bricco

    Nei disegni di Leonardo i progetti della «sua» Villa Melzi

    Leonardo da Vinci ha compiuto durante la sua vita molti viaggi a partire da quello che lo condusse da Firenze a Milano, intorno al 1482, fino all'ultimo, tra l'autunno 1516 e la primavera 1517, da Roma a Milano e quindi a Cloux, nei pressi di Amboise, per raggiungere il castello dei d'Alencon

    – di Gian Vico Melzi d'Eril

    Forlì: dalla Rocca medievale all'Art Deco

    Adolfo Wildt, Fortunato Depero Giacomo Balla, Felice Casorati, Anselmo Bucci, Gio Ponti e Tamara De Lempicka. Tutti in mostra ai Musei San Domenico di Forlì fino al 18 giugno prossimo, nella mostra ART DÉCO. Gli anni ruggenti in Italia.  L'esibizione è dedicata a questo movimento artistico che

    – di Arianna Garavaglia

    Nel crogiuolo che forgiò il Cortegiano

    Quando nel 1995 le lezioni di letteratura inglese e francese che Giuseppe Tomasi di Lampedusa aveva steso per Gioacchino Lanza e Francesco Orlando vennero pubblicate nella loro integralità, i lettori poterono rendersi conto che Il Gattopardo non era un miracolo lungamente covato nel silenzio, ma il

    – di Gabriele Pedullà

    Il realismo politico di Richelieu

    Di professione faceva il bibliotecario malgrado gli studi di medicina, ma il suo nome si affermò come quello di uno dei più grandi eruditi del suo tempo e di un esponente di primo piano del libertinismo filosofico del XVII secolo. Gabriel Naudè, nato all'inizio del 1600 a Parigi e vissuto a lungo

    – di Francesco Perfetti

    Vale più la virtù o la fortuna?

    E' quantomeno peculiare che, al cuore di un trattato che si pone l'obiettivo di una costruzione razionale della virtù, o meglio delle virtù della politica,

    – di Armando Massarenti

1-10 di 14 risultati