Ultime notizie:

Censura

    Stesi sul lettino del presente

    Il contraltare di quella scultura è del resto un gigantesco cerchio di stoffa rossa di Magdalena Abakanowicks, eseguito quando l'artista viveva in un piccolo appartamento nella Polonia comunista e non poteva permettersi altra operatività che tessersi letteralmente addosso questi drappi: la censura non capiva e non sapeva, poi, fermarne il dispiegarsi scandaloso.

    – di Angela Vettese

    Facebook leader dell'energia pulita

    Niente di nuovo in realtà: da anni, Zuckerberg si dice contrario a ogni "censura" privilegiando la "notiziabilità" dei post su Facebook rispetto alla veridicità o al risvolto etico delle affermazioni.

    – di Laura La Posta

    Quanto costerà agli Usa il muro tecnologico contro la Cina?

    Mentre società come Microsoft, Google, Apple e Ibm hanno spinto per la libertà della navigazione su Internet, in Cina il governo ha attivato una "Grande Muraglia di firewall", un meccanismo massivo di controllo e censura del web, lo stesso modello adottato da altri stati autoritari come Russia, Iran e Turchia: motori di ricerca e social network Usa, come Google, Facebook e WhatsApp, sono vietati in Cina.

    – di Riccardo Barlaam

    Capolavori da smartphone

    Poi fu la volta di Antoni Muntadas, il cui The File Room, un database di casi di censura artistica, è nato nei primi anni Novanta, è passato dalla Documenta X nel 1997 e ancora funziona.

    – di Angela Vettese

    Abuso d'ufficio, si riduce la rilevanza penale

    Il nuovo conio della norma sembra proprio orientarsi verso la censura (sotto i diversi profili di responsabilità) dei comportamenti omissivi da parte appunto del pubblico funzionario.

    – di Salvatore Scuto

    Jobs act, ecco perché è stata bocciata la normativa sul calcolo degli indennizzi in caso di licenziamento illegittimo

    La Corte costituzionale ha reso note le motivazioni con cui, nei giorni scorsi, ha nuovamente dichiarato incostituzionale il Jobs act, stavolta accogliendo le questioni sollevate dai Tribunali di Bari e di Roma sul carattere rigido e uniforme dell'indennità, ancorato alla mera anzianità di servizio (le censure non si soffermavano sui limiti minimo e massimo della stessa, stabiliti dal legislatore).

    – di Claudio Tucci

    Solo il 5,7% delle popolazione mondiale vive in democrazie "complete

    Il Democracy Index ogni anno misura lo stato della democrazia in 167 Paesi. E' calcolato  dal settimanale The Economist. Più nello specifico se ne occupa Intelligence Unit una divisione dell'Economist che si concentra su  analisi sul mondo degli affari e dei governi. Quest'anno 22 Paesi nel mondo sono stati classificati come "democrazie complete". In classifica troviamo Norvegia (9.87), Islanda (9.58) e Svezia (9.39), mentre i valori più bassi sono quelli di Corea del Nord (1.03), Repubblic...

    – Infodata

1-10 di 1890 risultati