Ultime notizie:

Catone il Censore

    Imprese un po' meno pessimiste, ma l'occupazione preoccupa

    Una delle più celebri massime attribuite a Catone il Censore è «rem tene, verba sequentur»: possiedi l'argomento e le parole seguiranno da sé. Una volta delineati gli aspetti essenziali, il contorno sarà una naturale conseguenza. La parafrasi odierna - esulando dal campo della retorica ed entrando

    – di Valerio De Molli

    Cristo si è fermato a Eboli, con il CoViD la politica molto prima

    L'autore del post è Stefano Capaccioli, dottore commercialista, fondatore di Coinlex, società di consulenza e network di professionisti sulle criptovalute e soluzioni blockchain, nonché presidente di Assob.it - Dal 9 marzo l'Italia si è fermata, anzi è stata sequestrata, bloccando le attività produttive e commerciali, con una draconiana misura di lockdown. Da quel giorno, accattivanti slogan, rassicuranti proclami e jingle pubblicitari da parte del Governo, dei suoi ministri e di molti esponen...

    – Econopoly

    Leoni e catene? Ecco perché pensare al ritorno della schiavitù è una solenne corbelleria

    Premessa autobiografica minima: devo la maggior parte delle mie opinioni sul mondo a una tradizione di pensiero, quella libertaria individualista, che - come spesso accade alle chiesuole - manifesta un grandioso appetito per l'osservazione urticante, la polemica oziosa e l'echiana tetrapilectomia. Da un punto di vista sociologico ed economico, lo sperpero di facoltà razionali implicito in quest'approccio argomentativo si può verosimilmente ricondurre a esigenze di dialettica interna e visibilità...

    – Massimiliano Trovato

    Cari manager, attenti alle parole! E a quando e come le pronunciate

    «Ascoltate il linguaggio del futuro. La parola scomparirà del tutto ed è così che si parleranno gli esseri umani!». Riferendosi al suono degli strumenti musicali, questo dice Cold Cuts, uno dei personaggi descritti nel libro Una spia nella casa dell'amore, scritto da Anaïs Nin nel 1954. Non

    – di Alberto Varriale *

    L'abbecedario miniato degli Sforza

    Nonostante l'avvento dell'informatica, a scuola gli studenti usano ancora i libri sottoponendoli, il più delle volte, a stressante usura. Constatiamo infatti che ben pochi «libri di studio» riescono a sopravvivere agli studenti. Ma questo non deve stupire perché è sempre stato così. Dove sono

    – di Marco Carminati

    L'acido non corrode

    Corrosivo, aggressivo, irritante, caustico... In una parola: acido. Molti ne sono convinti, e televisione e giornali li confermano nell'idea, come nel triste caso del primario cardiologo aggredito in quel di Modena appunto con un "acido". Ma il termine è fuori luogo.

    – di Gianni Fochi

    Il Coaching nell'era digitale: rafforzare l'ultimo miglio personale, ? digitale e organizzativo

    Nel suo carattere emergevano con evidenza le virtù dei sovrano e dell'eroe: intelligenza, giustizia, fermezza e coraggio, e tuttavia in lui mancavano le dolci virtù dell'uomo, che adornano l'eroe e fanno amare il sovrano (Friedrich Schiller) La sfida aziendale del XXI secolo pone sempre meno l'accento sul "COSA fare" e sempre di più sul "COME farlo al meglio", date le sempre più scarse risorse (tecnologiche, finanziarie, umane, ?) a disposizione, la crescita esponenziale delle cose da fare (la m...

    – Andrea Granelli

1-10 di 13 risultati