Aziende

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Spa è un ente pubblico finanziario controllato al 70% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e al 30% da diverse fondazioni, soprattutto bancarie. L'attività della società si articola in: gestione separata e gestione ordinaria. La sua attività è sottoposta al controllo di una Commissione parlamentare di vigilanza. Cassa depositi e prestiti Spa ha lo scopo di finanziare lo sviluppo del Paese, impiegando risorse per investimenti pubblici, opere infrastrutturali dei servizi pubblici e grandi opere nazionali. La sua fonte principale di raccolta è il Risparmio postale: è l'emittente dei Buoni fruttiferi postali e dei Libretti di risparmio, che godono della garanzia diretta dello Stato italiano. Il portafoglio azionario di Cassa depositi e prestiti Spa è composto da società quotate, non quotate e da quote di fondi di private equity. Cdp Spa è proprietaria, tra l’altro, del 10% di Eni, del 17,36% di Enel, del 35% di Poste, del 29,95% di Terna e del 13,77% di STMicroelectronics (attraverso la proprietà del 50% della holding company).

L'istituto è nato a Torino nel 1850. Dopo aver incorporato le altre Casse del Regno, nel 1898 è stata trasformata in Direzione generale del Ministero del Tesoro. Nel 1983 ha preso il via il processo di separazione della Cassa depositi e prestiti dallo Stato, che si è concluso nel 2003 quando è diventata Società per azioni. Dal 2009 Cdp Spa può finanziare interventi d’interesse pubblico, anche con il concorso di soggetti privati.

Ultimo aggiornamento 01 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Depositi bancari | Cassa depositi e prestiti Spa | Cdp Spa | Eni | Ministero dell'economia e delle finanze | Enel | Ministero del Tesoro | Società per Azioni | Direzione Generale |

Ultime notizie su Cassa depositi e prestiti

    L'industria veneta lancia la sfida: torniamo ad essere protagonisti

    Per sostenere più da vicino la struttura produttiva veneta Cassa depositi e prestiti ha aperto, nel maggio 2019, la prima delle sedi territoriali a Verona: «Un modo per mantenere un dialogo più diretto con le imprese e le pubbliche amministrazioni» sottolinea Marco Pessione, responsabile Sviluppo commerciale Nord CDP Imprese.

    – di Barbara Ganz

    Cdp apre la nuova sede distaccata a Roma

    Si rinnova la collaborazione con il Gruppo Lombardini22 nel settore immobiliare per 10mila mq ad uso direzionale nel quartiere Trieste

    – di Redazione Real Estate

    Mobilità green,Taranto riparte dai bus elettrici

    Chiude il 6 luglio il bando per due linee di Bus Rapid Transit che copriranno 71 chilometri. Prevista una riduzione del 40% delle percorrenze nell'ora di punta

    – di Domenico Palmiotti

    BolognaFiere vede la luce solo nel 2022 e apre all'alleanza con Rimini

    I numeri approvati dagli azionisti di BolognaFiere fotografano il record alle spalle del secondo operatore italiano: un bilancio 2019 chiuso con quasi 200 milioni di euro di fatturato, un Ebitda di 34,1 milioni e un utile di 9,1 milioni, performance che non hanno precedenti nella storia del gruppo

    – di Ilaria Vesentini

    Fondo Nazionale Innovazione

    In un contesto come quello che si prepara per l'Italia uscita dalla clausura decisa per contenere l'epidemia di Covid-19, ma certamente non ancora uscita dalla conseguente crisi economica, tra le molte misure assistenziali tese ad affrontare gli stati di necessità generati dall'emergenza, spicca una misura orientata alla costruzione di futuro a base di innovazione. Il piano industriale del Fondo Nazionale innovazione è stato presentato ieri dai vertici della nuova istituzione, la presidente Fran...

    – Luca De Biase

    Tagli e ritardi. Così sta fallendo la banda larga in Italia

    Dossier dell'innovazione fermi, il bando aree industriali rinviato al 2021 quando saranno ripristinati i fondi. La chiusura totale del piano slitta al 2023 e cresce il rischio di perdere parte delle risorse europee

    – di Carmine Fotina

    Atlantia scrive alla Ue: governo viola libero mercato, Aspi è a rischio

    Nella lettera il presidente Fabio Cerchiaie l'ad Carlo Bertazzo si lamentano che la nuova legge consentirebbe al governo di «ridurre drasticamente» il risarcimento dovuto alla società per la recessione anticipata del contratto per le strade a pedaggio della società Autostrade per l'Italia

    Gli advisor di Nexia e Sia studiano i concambi di una possibile fusione

    E' iniziata la fase due delle trattative per l'unione tra Sia e Nexi. Dopo lunghi mesi di discussioni e approcci tra i soci, da una parte Cdp e dall'altra i fondi di private equity, ora sono scesi in campo gli advisor finanziari e legali al lavoro con gli azionisti: Jp Morgan e Rothschild, per Sia, e Bofa Merrill Lynch, Hsbc e Mediobanca per Nexi. Sul tavolo nelle ultime due settimane c'è la definizione delle valutazioni delle due aziende, per arrivare ai concambi della possibile aggregazione. S...

    – Carlo Festa

1-10 di 3687 risultati