Persone

Carlo Rienzi

Carlo Rienzi è nato l'8 ottobre del 1946 a Salerno ed è un avvocato italiano, fondatore e presidente del Codacons.

Rienzi ha conseguito la maturità classica presso il Liceo "Torquato Tasso" di Salerno e nel 1968 si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università "La Sapienza" di Roma.

Dopo aver guidato il Collettivo Politico Giuridico, nel 1986 fonda, insieme ad altri giuristi il Codacoms (un'associazione per la difesa dei consumatori e dell'ambiente).

Carlo Rienzi è stato autore di diverse denunce, quali quella al ministero delle Comunicazioni (ai tempi di Totò Cardinale) per lo scandalo dei numeri erotici, quella alla Sisal per gioco d'azzardo e quella ai vigili urbani che non multano i ragazzi senza casco, per omissioni di atti d'ufficio.

Nel 2004 fonda la "Lista Consumatori", un partito politico per la tutela dei diritti dei consumatori, con il quale si è già canditdato sia alle elezioni europee del 2004, che a quelle politiche del 2006, senza però riuscire ad essere eletto.

Ultimo aggiornamento 05 gennaio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Carlo Rienzi | Salerno | Codacons | Totò Cardinale | Vigili Urbani | Ministero delle Comunicazioni | Torquato Tasso | Sport Italia Società A responsabilità Limitata (SISAL) | Roma | Codacoms |

Ultime notizie su Carlo Rienzi

    La IQOS fa meno male alla salute umana rispetto a una tradizionale sigaretta?

    La questione dell'impatto sulla salute umana di un prodotto come l'IQOS merita un chiarimento, rivolto ai consumatori, per renderli edotti dei rischi derivanti dal consumo del prodotto della Philip Morris. E' infatti invalsa in Italia l'idea che l'IQOS sia un prodotto a rischio ridotto e questo

    – di Carlo Rienzi *

    Philip Morris punta sul tabacco che non brucia

    Questa volta anche gli inguaribili fumatori non avranno scuse per non provare, se non a smettere, a passare al tabacco che non brucia e ha la potenzialità di fare molto meno male alla salute. Philip Morris International ha lanciato oggi a Tokyo la terza generazione del sistema IQOS, con due nuovi

    – di Stefano Carrer

    Rivolta contro Facebook dei pubblicitari: «Le scuse non bastano»

    Gli inserzionisti britannici minacciano di abbandonare Facebook dopo la vicenda del sospetto abuso dei dati di decine di milioni di utenti. E' quanto emerge da una riunione dell'Isba, l'organismo che rappresenta le maggiori agenzie pubblicitarie del Regno, il cui messaggio - a quanto riferisce la

    M5s, modificate le liste: esclusi candidati in Veneto e Lazio

    Cambiano le liste del M5s. Fuori Gedorem Andreatta in Veneto e Vittoria Baldino nel Lazio. La "tagliola" dei vertici M5S si abbatte sui candidati ai collegi proporzionale anche a 5 giorni dalla pubblicazione delle liste. Liste sulle quali i vertici del Movimento avevano infatti avvertito che ci

    – di Redazione Roma

    Multa Antitrust agli operatori di turismo online, contestati scarsa trasparenza e costi occulti

    (ANSA) - ROMA, 16 GEN - L'Antitrust ha concluso sei procedimenti istruttori nei confronti dei professionisti che operano come agenzie e comparatori turistici online attraverso i siti www.it.lastminute.com, www.volagratis.com, www.opodo.it, www.govolo.it, www.edreams.it, www.gotogate.it, irrogando sanzioni amministrative pecuniarie superiori a complessivi 4 milioni. Le indagini sono state avviate anche sulla base di segnalazioni pervenute da associazioni di consumatori e a esito dello Sweep 2016,...

    – Vincenzo Chierchia

    Tassa Airbnb, allarme Antitrust: «Rischia di danneggiare utenti»

    Antitrust in allarme per gli effetti della cosiddetta "tassa Airbnb", la cedolare secca al 21% sulle locazioni brevi introdotta con la "manovrina" di primavera (legge 96/2017). Per la nostra Authority della concorrenza e il mercato, il prelievo sugli affitti, fortemente avversato dagli operatori

    – di Vittorio Nuti

    L'addestratore cinofilo torinese ucciso da un malore e non dal cane bull terrier dell'amico

    AGGIORNAMENTO DEL 21 NOVEMBRE 2017 - L'ADDESTRATORE UCCISO DA UN MALORE, NON DAL CANE Non è stato il cane Sid ad uccidere Davide Lobue, 26 anni, l'addestratore cinofilo trovato morto nella tarda serata di sabato scorso in un giardino di Monteu da Po, nel Torinese. I primi riscontri dell'autopsia eseguita oggi dal medico legale Roberto Testi hanno attribuito il decesso del 26enne a un malore fulminante, "scagionando" l'animale, un bull terrier che gli era stato affidato da un amico dall'accusa d...

    – Guido Minciotti

1-10 di 181 risultati