Persone

Carlo Messina

Carlo Messina è un manager attivo nel settore bancario e professore universitario, nato a Roma nel 1962.

Il 28 aprile del 2016 è stato confermato Ceo e nominato direttore generale di Intesa Sanpaolo. Dal 29 settembre 2013 ha ricoperto la carica di ad del gruppo, al posto di Enrico Tommaso Cucchiani e prima ancora, è stato responsabile della Divisione Banca dei Territori.

Dopo la laurea in Economia e Commercio alla Luiss, ha collezionato diversi incarichi in banche commerciali, il primo nel 1987 presso la direzione Finanza di Bnl. Nel 1995 è passato al Banco Ambrosiano Veneto come Responsabile della Pianificazione e assumendo progressivamente, nel corso delle diverse fasi di integrazione, i ruoli di Responsabile Servizio Pianificazione e Studi, Responsabile Direzione Controllo Direzionale (Intesa BCI), Responsabile Direzione Pianificazione e Controllo, Responsabile Direzione Risk Management (Banca Intesa S.p.A.), Responsabile Area Governo del Valore fino a giugno 2008, Chief Financial Officer e Direttore Generale.

Parallelamente al suo percorso professionale ha svolto anche un'intensa attività accademica, come professore di Economia degli Intermediari Finanziari nella Business School della Luiss e docente di Finanza Aziendale presso la Facoltà di Economia e Commercio di Ancona. Da novembre 2014 è anche nel cda dell'Università Bocconi ed è membro del Comitato Esecutivo dell'ABI.

Riservato, poco amante dei salotti, è stato scelto da Giovanni Bazoli presidente emerito del gruppo bancario torinese, per guidare operativamente Intesa, prima banca italiana per capitalizzazione (dati gennaio 2016).

Ultimo aggiornamento 05 novembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Carlo Messina | Direttore generale | Responsabile | Divisione Banca | Direzione Risk Management | Direzione Controllo Direzionale | Comitato Esecutivo | Giovanni Bazoli | Banca Nazionale del Lavoro | Intesa Sanpaolo | Bocconi | Banca Intesa S.p.A. | Abi | Enrico Tommaso Cucchiani |

Ultime notizie su Carlo Messina

    Accordo Banca 5-Sisalpay: insieme in una newco

    Sisal avrà una quota di maggioranza, con Intesa Sanpaolo nel ruolo di socio minore ma che potrà contare alla fine su una rete capillare complessiva di oltre 50mila punti vendita su cui offrire i propri servizi di pagamento

    – di Andrea Biondi e Luca Davi

    Intesa, sugli Utp cessione a Prelios senza minusvalenze

    Mancano ancora gli ultimi dettagli, e i prossimi dieci giorni saranno decisivi per cristallizzare l'accordo. Ma l'impianto dell'operazione relativa alla smaltimento di circa 10 miliardi di inadempienze probabili (unlikely to pay) di Intesa Sanpaolo è oramai definito e pronto a vedere la luce.

    – di Luca Davi

    Canzonieri, il «Gattuso» dei deal maker che cresce in Mediobanca

    «Quando l'ho incontrato la prima volta, mi sono un po' preoccupato. Ricordo di aver chiamato Nagel, lamentandomi della nuova Mediobanca. Poi mi sono dovuto scusare e ricredere: senza il lavoro di Francesco Canzonieri, all'epoca arrivato da poco in Piazzetta Cuccia, non avremmo mai chiuso con

    – di Alessandro Graziani

    Guzzetti: «Quando il sindaco di Siena non dette l'ok a Intesa-Mps»

    «L'autonomia delle Fondazioni non si tocca, lo dice la Corte Costituzionale. Ed è la premessa per fare quello che devono: innovare, stimolare la politica, sostenerla con finanza paziente, mettere insieme voci e bisogni. Intesa? Tutto è partito dalla scelta di vendere Cariplo a Ambroveneto, che

    – di Marco Ferrando e Alessandro Graziani

    Intesa, il Corporate alla svolta estera: «Fuori Italia il 65% dei nuovi volumi»

    Le radici rimangono ben salde in Italia, paese di riferimento in cui la quota di mercato continua a rinsaldarsi. Ma la novità, per la divisione Corporate e Investment Banking di Intesa Sanpaolo e Banca Imi, è che il business si sta dirigendo sempre più all'estero. «Nel primo trimestre dell'anno

    – di Luca Davi

    Sileoni: «Carige, nessun pregiudizio verso Blackrock»

    «I fondi sono una presenza ormai consolidata nelle banche italiane. Non c'è nulla di male nei fondi, ma va detto che sono pericolosi quelli altamente speculativi. La nostra è un'apertura verso chi vuole acquistare Carige, intende salvaguardare i posti di lavoro e riconsegnare la banca al

    – di Cristina Casadei

    Fed e petrolio pesano sui listini Ue, Milano chiude a -0,78%, male Saipem

    Dopo la sosta per il primo maggio, i listini europei hanno ripreso le attività per la prima giornata di contrattazione del mese scontando la delusione per le parole del presidente della Fed Jerome Powell, che è sembrato escludere un possibile taglio dei tassi (invocato a gran voce da Donald Trump)

    – di A. Fontana e C.Poggi

1-10 di 549 risultati