Ultime notizie:

Carlo Mauceli

    Cybersecurity: perché la sanità è difficile da proteggere

    La sicurezza informatica è una chimera che nessuna azienda può sperare di padroneggiare al cento per cento, ma ci sono realtà che sembrano condannate a restare molto lontane da livelli di eccellenza. Una di queste è quella degli ospedali: strutture dove il minimo errore può portare a conseguenze

    – di Giancarlo Calzetta

    Perché la sanità è difficile da proteggere

    La sicurezza informatica è una chimera che nessuna azienda può sperare di padroneggiare al cento per cento, ma ci sono realtà che sembrano condannate a restare molto lontane da livelli di eccellenza. Una di queste è quella degli ospedali: strutture dove il minimo errore può portare a conseguenze nefaste risultano essere tra le peggiori da proteggere da malware e intrusioni informatiche. Ma perché? I motivi sono molti. Innanzitutto, molti ospedali hanno grandi problemi di budget da destinare all...

    – Giancarlo Calzetta

    Rivoluzione alle porte su privacy e cybersecurity

    La nuova normativa europea, che entra in vigore il prossimo 25 maggio, sull'accesso alla Rete e la protezione dei dati personali da parte delle aziende e pubblica amministrazione (cosiddetta Gdpr) è, innanzitutto, un profondo cambiamento culturale perché richiede un nuovo approccio all'uso che si

    Ignoranti in sicurezza digitale

    Un Paese di ignoranti in sicurezza digitale. E quindi di vittime ideali. Quella della formazione è la grande ferita che mina la credibilità di ogni piano di cybersecurity nazionale; di ogni tentativo di porre le nostre aziende e il nostro sistema economico al riparo dagli attacchi informatici. E' uno dei messaggi più importanti, tra quelli del libro bianco presentato dal laboratorio di cybersecurity del consorzio interuniversitario Cini a Itasec18, questa settimana. Ne è convinto Rocco De Nicola...

    – Alessandro Longo

    Da Google alle banche: cosa cambia con la nuova normativa europea sui dati personali

    Sulla gestione e la protezione dei dati personali, in Europa, sta per cambiare tutto. Lato utenti, ce ne accorgeremo in questi giorni su Facebook: il social pubblicherà una serie di video informativi sui dati personali e la privacy, inoltre tutte le impostazioni sulla sicurezza verranno concentrate

    – di Luca Salvioli