Ultime notizie:

Carlo Massarini

    Raccontare e ascoltare il territorio italiano, usando anche la tecnologia

    Italia, luglio 2020. E' in corso una stagione difficile per chi si occupa di turismo e cultura. Ma la tecnologia può offrire un aiuto, se viene ben usata. Come nel caso di Loquis, di cui avevo scritto qui a gennaio 2020. Si tratta della startup di geo podcasting creata da Bruno Pellegrini, classe 1972, imprenditore, pioniere della Rete in Italia fin dagli anni Novanta, negli anni Zero e Dieci attivo nei mondi dell'audiovisivo e del video crowdsourcing, intervenuto ieri nel programma televisiv...

    – Gabriele Caramellino

    Sguardi sul futuro, nel programma televisivo "Startup Economy"

    Nell'immagine: a sinistra, Carlo Massarini; a destra, Francesco Sacco; conduttori del programma tv Startup Economy. Tanti anni fa, visitare la casa di Carlo Massarini, nella campagna a nord di Roma, fu per me una piacevole esperienza. E con piacere ho rivisto il salotto di casa sua, nel corso del programma televisivo Startup Economy, in onda la domenica dalle ore 14 alle ore 15 su La7, canale della tv generalista italiana in chiaro. Si tratta di 8 puntate, da domenica 17 maggio 2020 a domeni...

    – Gabriele Caramellino

    Il suono dell'armonia manageriale, nel libro "PianoForte"

    Nell'immagine: a sinistra, Ivano Scolieri (fondatore di Inventrix); a destra, Carlo Massarini, autore radiotelevisivo e giornalista musicale. Di libri sul management sono pieni gli scaffali delle librerie, e anche online se ne trovano molti. Ma cosa succede se un grande amante della musica come Carlo Massarini e un sociologo (fondatore di Inventrix, società specializzata in progetti di sviluppo manageriale) come Ivano Scolieri scrivono insieme un libro? Succede che a settembre 2019 abbiano p...

    – Gabriele Caramellino

    Studio Azzurro: come nasce un collettivo?

    Come nasce un collettivo? Quali sono le ragioni che spingono gli artisti a lavorare insieme sotto una sigla dove a prevalere è l'anonimato? Le ragioni possono essere le più pratiche, talvolta banali o, in alcuni casi, non c'è nessuna decisione in partenza, come spiegano in questa intervista Fabio

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Evoluzioni del Complesso Museale del Santa Maria della Scala di Siena

    Nell'immagine: la facciata del Complesso Museale del Santa Maria della Scala di Siena. Al centro di Siena, in Piazza Duomo 1, c'è un museo che sta prestando attenzione anche ai linguaggi della contemporaneità: il Santa Maria della Scala, infatti, è strutturato come un museo che conserva il patrimonio culturale dei secoli scorsi, e in passato è stato anche un ospedale. Da alcuni anni, con la direzione del manager culturale Daniele Pittèri, questo complesso museale sta lavorando per ripensare la...

    – Gabriele Caramellino

    Memorie dalla televisione italiana degli anni Ottanta e Novanta

    Nell'immagine: un momento della cerimonia di conferimento della Laurea Honoris Causa in Televisione, Cinema, Produzione Multimediale a Mike Bongiorno. A sinistra: Rosario Fiorello, showman italiano. A destra: Mike Bongiorno, showman italo-americano (1924 - 2009). Milano, Università IULM, 14 dicembre 2007. In Italia, è stata la televisione ad introdurre gli italiani nella modernità. Gli anni Ottanta e Novanta, in particolare, furono l'età dell'oro dell'intrattenimento televisivo in Italia, con ...

    – Gabriele Caramellino

    La televisione e la cultura dell'originalità

    Nell'immagine: l'autore e attore Corrado Guzzanti mentre interpreta il personaggio di Quelo, nello show televisivo Pippo Chennedy Show, andato in onda sulla televisione italiana (Rai) nel 1997. Per gli addetti ai lavori e per gli appassionati di televisione, il personaggio di Quelo è indimenticabile: era il "guru" in accappatoio bianco che dava consigli di vita ai suoi vari interlocutori, con espressioni variopinte come "la seconda che hai detto", "la risposta è dentro di te e però è sbagliata"...

    – Gabriele Caramellino

    Un altro tuffo nella storia dell'immaginario televisivo: questa volta, gli anni Novanta (e in più, uno sguardo al futuro degli audiovisivi)

    Nell'immagine: gli attori protagonisti della serie televisiva statunitense Friends (1994 - 2004). Da sinistra: Courtney Cox (interprete del personaggio di Monica Geller), Lisa Kudrow (interprete del personaggio di Phoebe Buffay), Jennifer Aniston (interprete del personaggio di Rachel Green), Matthew Perry (interprete del personaggio di Chandler Bing), Matt LeBlanc (interprete del personaggio di Joey Tribbiani), David Schwimmer (interprete del personaggio di Ross Geller). A metà maggio di quest'...

    – Gabriele Caramellino

    La musica e la vita, con l'approccio di Massimo Cotto

    Nell'immagine: Massimo Cotto. La musica è uno dei simboli della stagione estiva. Chi non ha mai cantato una canzone durante l'estate? Anche in Italia, ovviamente, ci sono persone esperte sulla cultura musicale. Io, fino ad oggi, ne ho incrociate quattro: Carlo Massarini, Dario Salvatori, Massimo Cotto, Federico Capitoni. Si tratta di quattro critici/giornalisti musicali: tre grandi seniors (Massarini, Salvatori, Cotto), e un 37enne con esperienza (Capitoni). In questo post, mi concentro su...

    – Gabriele Caramellino

    Un tuffo nella storia dell'immaginario televisivo

    Nell'immagine: l'attore statunitense David Hasselhof, negli anni Ottanta, mentre interpreta il personaggio di Michael Knight nella serie televisiva Supercar - Knight Rider. Alcuni periodi storici tornano ciclicamente in voga. E' il caso degli anni Ottanta: amati o detestati che siano, furono indiscutibilmente l'ultimo periodo storico prima della rivoluzione tecnologica. Erano anni in cui esisteva ancora l'Italia pane al pane e vino al vino, dove si rideva di cuore (al giorno d'oggi, invece, in...

    – Gabriele Caramellino

1-10 di 35 risultati