Ultime notizie:

Carlo Martelli

    Def, al Senato per la maggioranza solo 8 voti in più del quorum

    Numeri alla mano i voti a favore della Nota di aggiornamento sulla carta oggi potrebbero arrivare a quota 169 contro i 171 ottenuti dall'esecutivo al momento dell’insediamento grazie anche al sostegno degli ex pentastellati Maurizio Buccarella e Carlo Martelli, ora nel Misto, che non è escluso che anche oggi decidano di votare con la maggioranza.

    – di Nicola Barone

    Fiducia, resta quota 171: l'analisi dei numeri al Senato prima del voto

    Se a Montecitorio l'esecutivo Conte può contare su una maggioranza ampia con un totale di 352 deputati su 630 (222 del M5s, 124 della Lega e 6 del Misto), al Senato i margini, dove è in corso il dibattito sulla fiducia, sono più stretti anche se si sono andati rafforzando nel corso della lunga

    – di Andrea Gagliardi

    Governo Cottarelli, con l'asse M5s-Lega-Fi sfiducia scontata

    Dopo il giuramento e il passaggio della campanella con Paolo Gentiloni, il governo guidato da Carlo Cottarelli potrebbe andare subito al Senato a chiedere la fiducia, anche se c'è chi non esclude il voto la prossima settimana. Cottarelli chiederà il sostegno al suo governo per traghettare il Paese

    – di A. Carli e A.Gagliardi

    Governo Conte, maggioranza sale a 171 al Senato. Sulla carta più di Gentiloni e Renzi

    E' destinata a rafforzarsi la maggioranza a sostegno del nascituro governo M5s-Lega al Senato. Cinquestelle e Carroccio in prima battuta potevano contare su 167 voti, sei sopra la maggioranza assoluta fissata a quota 161 (i seggi, tra eletti e senatori a vita sono 320 a Palazzo Madama). Ma con il

    – di A. Gagliardi e A.Marini

    Governo Lega-M5S, maggioranza risicata al Senato: sei voti appena

    Il governo M5S- Lega che potrebbe prendere forma nelle prossime ore avrebbe appena una manciata di voti di margine al Senato: 58 i senatori del Carroccio; 109 i pentastellati (109). In tutto 167 voti a favore. Considerato che a Palazzo Madama la soglia di maggioranza è 161 ( i seggi, tra eletti e

    – di Andrea Carli

    Ripartono i cambi di casacca, sono già 6 a Montecitorio

    Il nuovo governo non è ancora stato formato (né si sa quando nascerà). Montecitorio lavora a ritmi ridotti: l'aula non si è riunita neanche per 20 ore e la commissione speciale per esaminare gli atti si è fermata a 12. Eppure, a quasi due mesi dalle elezioni, e a 38 giorni dalla prima riunione, gli

    – di Andrea Marini

    Gruppo misto, bacino di «riserva» per governi di minoranza

    Quello misto è il primo gruppo ad aver subito uno "scossone" in questo scorcio di legislatura. Partito con 36 membri, è sceso a quota 22 dopo la deroga concessa dall'Ufficio di presidenza della Camera alla costituzione del gruppo autonomo di Liberi e uguali (contava su 14 deputati, per regolamento

    – di Andrea Gagliardi

    Effetto Rosatellum e nuovo regolamento al Senato, calano i gruppi parlamentari

    Sei gruppi alla Camera e sette al Senato. Quella che ha aperto i battenti si configura come una legislatura "snella" sul fronte dei gruppi parlamentari rispetto alle precedenti (solo a inizio 2008 si è riusciti ad avere numeri paragonabili, con soli 6 gruppi). Un assetto favorito in parte dal nuovo

    – di A. Gagliardi e A. Marini

1-10 di 32 risultati