Ultime notizie:

Canton Ticino

    Opel Ascona

    L'anatomia torna protagonista involontaria tra i nomi della auto. L'Opel Ascona, berlina prodotta dal 1970 al 1988, prendeva il nome dall'omonima cittadina svizzera nel Canton Ticino. In Spagna e Portogallo la denominazione invece portava subito la mente ai genitali femminili.

    Oro, è il momento dei falsi: sul mercato lingotti contraffatti

    In giro per il mondo potrebbero esserci migliaia di lingotti d'oro contraffatti. Non proprio fasulli: il metallo è oro per davvero - e purissimo - ma porta impresso il marchio falsificato di note raffinerie in modo da mascherarne l'origine.

    – di Sissi Bellomo

    L'azienda padovana della cura di case e persone cresce in Svizzera #AziendeConLaValigia

    Dal 2014 la rete Tigotà continua a crescere a ritmo di circa 50 nuovi punti vendita l'anno ed è arrivata a quota 587 filiali in Italia, alle quali se ne aggiungono tre in Svizzera. Proprio qui, a Bioggio (Lugano) in Via Longa, è stato inaugurato gli ultimi giorni di agosto il nuovo store, presente il responsabile sviluppo Tigotà Franco Cogo. E' il terzo punto vendita, dopo quelli di Grancia e Morbio Inferiore, che la Gottardo S.p.A., azienda padovana leader nella vendita di prodotti per la belle...

    – Barbara Ganz

    Il lato oscuro della Svizzera

    Un romanzo e una sconvolgente autobiografia raccontano un Ticino che non ci si aspetta

    – di Lara Ricci

    Nomi improbabili/Opel Ascona

    L'anatomia torna protagonista involontaria tra i nomi della auto. L'Opel Ascona, berlina prodotta dal 1970 al 1988, prendeva il nome dall'omonima cittadina svizzera nel Canton Ticino. In Spagna e Portogallo la denominazione invece portava subito la mente ai genitali femminili.

    Gucci, Kering paga al fisco italiano 1,25 miliardi e chiude il caso

    Il gruppo Kering pagherà all'Agenzia delle Entrate 1,250 miliardi di euro per porre fine a un maxicontenzioso fiscale nato da una indagine della Guardia di Finanza. La Gdf aveva contestato al gruppo francese del lusso, controllato dal miliardario Francois-Henry Pinault, una presunta evasione

    – di Angelo Mincuzzi

    A Basilea tra graffiti, tuffi nel Reno e cuscini esplosivi

    Mi piacerebbe iniziare dalla fine. Dopo avere passato qualche giorno a Basilea alla ricerca di una scena artistica alternativa - non solo Art Basel - l'immagine che porto a casa è quella della spiaggetta sotto il bellissimo museo dedicato a Jean Tanguely, disegnato da Botta e finanziato dalla

    – di Antonio Armano

1-10 di 307 risultati