Ultime notizie:

Camillo Falvo

    Colpo ai narcos calabro-colombiani: cocaina in fumo per 1,6 miliardi

    Questa volta il colpo lo sentiranno davvero: 1,6 miliardi sfumati per le cosche calabresi e per tutta la catena a loro legata che, dall'importazione allo spaccio sulle piazze delle città, traffica cocaina. Una martellata sui forzieri della 'ndrangheta messa a segno con l'operazione Stammer della

    – di Roberto Galullo

    La sete d'affari della 'ndrangheta su Roma e Milano

    La Calabria, dicono investigatori e inquirenti, l'avevano già conquistata e allora le radici dovevano essere ancora più forti a Milano e a Roma, laddove conta esserci.

    – di Roberto Galullo

    La Statua della Madonna del Monte Carmelo di Briatico ostaggio della 'ndrangheta

    Con l'operazione "Costa pulita" di ieri in Calabria, sono stati sequestrati oltre 70 milioni di beni, oltre a 23 fermi e decine di iscrizioni sul registro degli indagati, compresi ex amministratori comunali e l'attuale presidente della Provincia di Vibo Andrea Niglia, che si è detto estraneo ai

    – Roberto Galullo

    Corsi d'oro per la formazione in Sicilia: piatto ricco mi ci ficco! Piovono milioni per tutti e c'è chi, invece di controllare, tradisce

    Cari lettori, ieri, su questo umile e umido blog, ho dato conto dell'indagine condotta dalla Procura di Messina (a opera dell'aggiunto Sebastiano Ardita e dai sostituti Camillo Falvo, Fabrizio Monaco e Antonio Cerchietti), che ha portato ai domiciliari 10 persone che per l'accusa fanno parte di un'associazione a delinquere che, a vario titolo, si sarebbe macchiata dei reati di peculato e truffa (si veda il post di giovedi 18 luglio in archivio). Nel mirino la gestione della formazione in città e...

    – Roberto Galullo

    Corsi d'oro per la formazione in Sicilia: 1.600 enti, cinque volte quelli del Veneto e zero verifiche - Arresti eccellenti a Messina

    C'era chi, secondo l'accusa, distraeva centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici destinati alla formazione e se ne appropriava in modo sistematico. C'era chi costruiva rendicontazioni infedeli traendo in inganno, anche in questo caso, la Regione Sicilia. C'era chi emetteva e riceveva fatture per operazioni inesistenti e persino chi avvertiva che erano in arrivo i controlli dell'Ispettorato del lavoro. E poi c'era la politica che entra mani e piedi nella gestione dei corsi. E' lo spaccato, ...

    – Roberto Galullo

    I corsi d'oro della formazione siciliana

    C'era chi, secondo l'accusa, distraeva centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici destinati alla formazione e se ne appropriava in modo sistematico. C'era

    – di Roberto Galullo