Ultime notizie:

Bush Jr

    Iraq, sale l'export di petrolio ma cala il Pil pro capite del 2020 a 4.660 dollari

    In Iraq aumenta l'export di petrolio ma cala nel 2020 rispetto al 2019 il Pil pro capite a 4.660 dollari. Come è possibile? Andiamo con ordine per capire questa apparente contraddizione in una delle aree più turbolenti del pianeta e dello stesso Medio Oriente. Le esportazioni di oro nero iracheno, a luglio, sono balzate dello 0,9 per cento, rispetto al mese precedente. Lo riporta l'agenzia irachena "Shafaq News", la quale riporta che, secondo un report della compagnia energetica Standard & Poor'...

    – Vittorio Da Rold

    Cambiamento climatico, non è solo una questione di soldi

    L'autore del post è Enrico Mariutti, ricercatore e analista in ambito economico ed energetico. Founder della piattaforma di microconsulenza Getconsulting e presidente dell'Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG). Autore di "La decarbonizzazione felice" -  Nelle ultime due settimane il professor Romano Prodi ha cercato di instillare un po' di pessimismo della ragione nel dibattito sulla crisi ambientale, dominato da uno stucchevole ottimismo della volontà che nasconde all'...

    – Econopoly

    «Io, gli Americani e la ricostruzione dell'Iraq distrutto dalla guerra»

    «E' il 2003. Appena arrivato a Baghdad un generale americano che ha fatto il Vietnam mi consiglia di scegliere le stanze ai piani bassi, perché i razzi mirano alle sommità degli edifici. Dormo per due mesi al Rasheed Hotel, otto piani in tutto. Una notte i razzi lo distruggono dal quarto piano in

    – di Paolo Bricco

    Uomini=dazi: la cinica equazione di Trump per fermare i migranti dal Messico

    A voler restare il più possibile neutri (e cinici) si può semplicemente osservare che l'ultima minaccia di Trump al Messico è contraddittoria. Smentisce l'accordo di libero scambio da poco e con grande fatica rinegoziato in sostituzione del defunto Nafta. Gli Stati Uniti applicano ritorsioni

    – di Attilio Geroni

    Trump, sulle orme di Bush jr, vuole un'alleanza anti-Ayatollah iraniani che rischia di spaccare l'Ue

    Ecco l'ultimo esempio su come il presidente americano, Donald Trump, stia cercando di dividere l'Europa sulle sanzioni all'Iran, come fece all'epoca George Bush figlio con la guerra all'Iraq di  Saddam Hussein. La storia transatlantica si ripete senza apparenti progressi significativi nelle relazioni tra Washington e Bruxelles. La scelta di Varsavia come punto di partenza per gli sforzi degli Stati Uniti per costruire un'alleanza contro l'Iran ha ricevuto, secondo la Bloomberg, scarse adesioni d...

    – Vittorio Da Rold

    Tutti gli errori fatti nel salvataggio di Lehman Brother che hanno portato al populismo

    Alcuni commentatori hanno scritto che il fallimento di Lehman Brother provocò una recessione economica di tali dimensioni che portò a sua a volta un duro attacco alla sopravvivenza stessa della classe media occidentale e alla successiva nascita dei movimenti populisti. Per questo è molto importante analizzare l'importante ricostruzione di quei drammatici momenti con l'ammissione degli eventuali errori fatti avvenuta recentemente al Brookings Insititute a New York in occasione del decennale di qu...

    – Vittorio Da Rold

    Lega e M5S, le "sintonie" con Trump e con Putin

    E' solo un pregiudizio quello che ritiene gli americani spesso un po' superficiali rispetto alla politica italiana, specie dopo la scomparsa dei comunisti. E' del 2008, esattamente dieci anni fa (era il 4 aprile), l'incontro che Beppe Grillo ebbe a Villa Taverna con Ronald Spogli, allora ambasciatore

    – di Carlo Marroni

    Troppi rischi per la Cina da un cambio di regime in Corea del Nord

    I regimi non si cambiano facilmente come gli abiti di stagione. I fallimenti recenti dell'Iraq, della Libia e della Siria - ma anche l'Afghanistan - dovrebbero insegnare qualche cosa. Soprattutto non si cambiano se non si hanno delle alternative meno disastrose alle dittature e agli autocrati, per

    – di Alberto Negri

    Boom di export delle armi italiane grazie alle monarchie del Golfo

    Di dare l'addio alle armi non si parla neppure. Anzi è in atto un vero e proprio boom sia all'estero che in Italia. L'anno scorso, dice il rapporto annuale del Sipri di Stoccolma, l'export di armamenti è cresciuto in media più che negli ultimi cinque anni, salendo ai livelli più alti dalla fine del

    – di Alberto Negri

    La montagna del debito americano a quota 20mila miliardi di dollari

    Pubblichiamo un post di Paolo Migliavacca, esperto di geopolitica, collaboratore del Centro Einaudi di Torino - Grecia? Italia? Portogallo? Tra i Paesi che destano i maggiori timori in materia di debito pubblico, pochi pensano siano compresi gli Stati Uniti. Che invece stanno per tagliare il traguardo cruciale dei 20mila miliardi di dollari (al netto di altri 3.125 miliardi dovuti dai singoli stati e dalle municipalità locali). La data fatidica, giorno più giorno meno, è fissata nelle prossime ...

    – Econopoly

1-10 di 70 risultati