Persone

Boris Johnson

Alexander Boris de Pfeffel Johnson è nato il 19 giugno del 1964 a New York ed è un politico e giornalista britannico con cittadinanza statunitense, membro del Partito Conservatore.

E' stato sindaco di Londra per due mandati, dal 4 maggio del 2008 al 9 maggio del 2016 ed è l'attuale Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth.

Conservatore ma sostenitore del presidente statunitense Barack Obama (del Partito democractico), negli anni in cui ha vissuto a Bruxelles ha studiato alla scuola europea e poi a Eton e ad Oxford.

Eletto al parlamento britannico per la circoscrizione di Henley nel 2001, è stato ministro ombra della Cultura nel 2004 col governo di Michael Howard e dal 2005 ministro dell'Istruzione, nel governo di David Cameron.

Candidatosi alle eleziona amministrative di Londra del maggio del 2008, è risultato vincitore sul laburista Ken Livingstone, assicurandosi una duratura maggioranza in consiglio comunale.

Il 4 maggio del 2012 viene rieletto per il secondo mandato di sindaco di Londra, battendo nuovamente al ballottagio il candidato laburista Ken Livingstone.

Il 7 maggio del 2015 viene nuovamente eletto al Parlamento britannico per la circoscrizione di Uxbridge.

Nel 2016 manifesta il suo consenso alla campagna refendaria per far uscire il Regno Unito dall'Unione Europea. Con la vittoria del fronte della Brexit, le dimissioni di David Cameron e la nomina del nuovo Primo Ministro britannico, Theresa May, Boris Johnson il 13 luglio del 2016, viene nominato Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth.

E' sposato in seconde nozze con Marina Wheeler ed è padre di quattro figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Segretario di Stato | Ken Livingstone | Affari Esteri | Boris Johnson | David Cameron | Michael Howard | Barack Obama | Università di Oxford | Theresa May | Gran Bretagna | Marina Wheeler | Alexander Boris de Pfeffel Johnson | The Commonwealth | Partito Conservatore inglese |

Ultime notizie su Boris Johnson

    Linea dura di Johnson e Hunt, il rischio hard Brexit affossa la sterlina

    Nell'ultimo dibattito prima dell'elezione del nuovo leader conservatore sia Boris Johnson che Jeremy Hunt hanno assunto una posizione più rigida e hanno dichiarato che il backstop è «morto». ... «La Gran Bretagna deve dire no a limiti temporali o vie di fuga unilaterali o altri mezzi complessi, limature o codicilli sul backstop -, ha detto Johnson -. ... LEGGI ANCHE/ Boris Johnson contro Jeremy Hunt: chi vincerà

    – di Nicol Degli Innocenti

    La scomoda prepotenza dell'amico americano

    Un avvelenamento così acuto dei rapporti con i cugini dall'altra sponda dell'Atlantico non si vedeva forse dai tempi delle guerre tra Londra e le ex-colonie americane.  Trump non infatti è andato per il sottile: ha detto infatti che l'Ambasciatore britannico a Washington, Sir Kim Darroch "è un tipo molto stupido", per poi infliggere un colpo basso contro la stessa premier britannica Theresa May, dandole praticamente dell'incapace perché "della Brexit ha fatto un pasticcio". I colpi di clava di ...

    – Marco Niada

    Brexit, Corbyn: i laburisti voteranno Remain in caso di nuovo referendum

    In caso di un nuovo referendum sulla Brexit, il partito laburista si schiererà a favore della permanenza del Regno Unito nella Ue. Lo ha comunicato con una email ai membri del partito il segretario del labour Jeremy Corbyn, da tempo sotto pressione perché la principale forza di opposizione adotasse una linea chiara sul divorzio dalla Ue

    – di Alberto Magnani

    Johnson e Hunt, sfida all'ultimo taglio di tasse fra aspiranti premier

    In teoria l'ex sindaco di Londra Boris Johnson e il ministro degli Esteri Jeremy Hunt dovrebbero essere agli antipodi, o quasi. Quando si parla di fisco, però, i due sfidanti gareggiano sullo stesso terreno: maxi-tagli alle imposte per «rilanciare l'economia». Anche se il risultato potrebbe essere, semmai, quello di gonfiare i conti pubblici

    – di Alberto Magnani

    Il digiuno di Naomi non è un'ossessione da top model: quando e perché serve

    Ma come fa Naomi a tenersi così in forma a quasi 50 anni? Il segreto lo svela lei stessa durante un'intervista al Lorraine Show (al minuto 12.45, https://www.youtube.com/watch?v=WSZVwWnCeSY): «Mangio quando ho voglia. In quel caso bevo acqua e succhi. Più o meno una volta alla settimana, se fa

    – di Sara Magro

    L'auto britannica paralizzata dalla Brexit

    Prima ancora di avverarsi, la Brexit sta letteralmente facendo perdere pezzi all'auto britannica. L'incertezza su scala amletica che sta divorando l'industria del settore, sta infatti accrescendo in questi giorni l'angoscia dei produttori stranieri che operano sull'isola di fronte alla possibilità di uno scenario no deal , ossia che il prossimo Governo conservatore decida, per onorare il risultato del referendum a ogni costo, di andarsene dalla UE sbattendo la porta. Un'uscita traumatica, che Lo...

    – Marco Niada

    Brexit, Boris Johnson contro Jeremy Hunt: chi vincerà?

    Stile, personalità e approccio sono diversi, ma il messaggio su Brexit è molto simile. I due candidati a diventare leader del partito conservatore e premier britannico nelle ultime ore hanno chiarito e definito la loro strategia per uscire dall'Unione europea.Boris Johnson, che resta il grande

    – di Nicol Degli Innocenti

    Boris-economy, perché le proposte di Johnson fanno sobbalzare Londra (e la Ue)

    L'ex sindaco di Londra è favorito nella corsa alla successione di Theresa May alla guida dei Conservatori e del paese. Ma i suoi primi annunci stanno creando qualche preoccupazione anche fra gli stessi compagni di partito: dall'apertura a una Brexit no-deal ai super-sconti fiscali per la popolazione più ricca, fino al sogno di una «banda ultralarga per tutti» con otto anni di anticipo rispetto alle stime

    – di Alberto Magnani

    Regno Unito: sfida Johnson-Hunt per il dopo May (con il primo strafavorito)

    Solo due finalisti sono rimasti nella corsa a diventare leader del partito conservatore e premier britannico. Boris Johnson è stato confermato superfavorito, conquistando 160 voti nell'ultimo round di votazioni stasera, oltre metà del totale. I deputati conservatori hanno scelto Jeremy Hunt come

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 475 risultati