Ultime notizie:

Billy Wilder

    American sniper

    Anche Belzebù non ne può più di queste sniper scappate dal film di Clint Eastwood (2014). Come la corista, una Chris Kyler al femminile, che impallina uno dei più valenti tenori italiani, quel gran simpatico di Vittorio Grigolo, accusandolo di averla toccacciata proprio durante gli inchini, davanti

    trivelle. ti racconto i retroscena di una battaglia molto politica e poco ambientale.

    (l'immagine qui sopra è tratta dal film a qualcuno piace caldo (some like it hot, 1959), regia di billy wilder, con tony curtis e marilyn monroe). ecco uno stralcio dell'articolo "trivelle, i retroscena di una battaglia molto politica e poco ambientale" pubblicato dal sole24ore (clicca qui per leggere tutto l'articolo). da qualche giorno le cronache politiche e gli improperi sui social network si sono arricchiti di un nuovo tema, quello delle "trivelle" cui il governo ha appena dato il via lib...

    – Jacopo Giliberto

    Tornatore, lezioni di noir alla Festa del cinema

    «Per decenni il noir è stato considerato solo cinema da botteghino. Ci sono voluti François Truffaut e la Nouvelle vaugue negli anni '60 perché il genere fosse rivalutato e se ne comprendesse il valore artistico». Alla Festa del cinema di Roma Giuseppe Tornatore, premio Oscar per Nuovo cinema

    – di Nicoletta Cottone

1-10 di 78 risultati