Persone

Bibi Netanyahu

Bibi Netanyahu (Bibi è il nomignolo con cui è universalmente noto ma si chiama, in realtà, Benjamin) è un politico israeliano, attualmente Primo Ministro dello stato di Israele. A questa carica è arrivato dopo le elezioni del 2009. In realtà il suo partito, il Likud, era arrivato secondo alle elezioni, dietro Kadima di Tzipi Livni, la quale, però, non è riuscita a trovare una maggioranza per formare il governo. In precedenza Netanyahu è stato ministro delle finanze nel governo di Ariel Sharon, dimettendosi per protesta contro il piano di ritiro da Gaza.

Netanyahu era stato eletto primo ministro già in precedenza, e precisamente dal 1996 al 1999, dopo aver vinto le elezioni contro Shimon Peres. All'epoca Peres, che era succeduto come primo ministro all'assassinato Rabin, non era in grado di arginare gli attentanti palestinesi contro la popolazione civile israeliana, mentre Netanyahu era stato capace di cavalcare il malcontento e l'insicurezza popolare. La campagna elettorale di Netanyahu fu improntata a uno stile americano, avvalendosi anche di consulenti venuti dagli Stati Uniti, dove peraltro lo stesso Netanyahu aveva compiuto gli studi universitari.

Da primo ministro, nonostante i negoziati portati avanti con i palestinesi, è stato accusato di porre in stallo le trattative di pace. In effetti, durante il suo mandato, non furono rispettati i punti previsti dal trattato di Oslo. Paradossalmente però Netanyahu ha poi perso la maggioranza politica perché i partiti di estrema destra lo hanno accusato di aver concesso troppo ai palestinesi. Netanyahu è il primo e attualmente unico primo ministro israeliano ad essere nato dopo la creazione dello stato di Israele.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Governo | Primo ministro | Bibi Netanyahu | Israele | Likud | Ariel Sharon | Shimon Peres |

Ultime notizie su Bibi Netanyahu

    "Ai leader e ai cittadini del mondo"

      Puntuale come una festività religiosa, una volta l'anno Slow News riferisce dei movimenti delle lancette dell'Orologio del Giorno del Giudizio nucleare. Non c'è nulla di religioso in questo. Anzi, è una verifica del livello di follia mondiale. Come è tradizione dal 1947, all'inizio di ogni anno il Bulletin of the Atomic Scientists fondato dall'Università di Chicago, ci informa su quanto siamo vicini alla mezzanotte nucleare. Le unità di misura principali sono i comportamenti politici delle na...

    – Ugo Tramballi

    Bibi Netanyahu, il guerriero della sicurezza

    «Chi c? si crede di essere quello? Chi è qui la fottuta superpotenza?», gridò esasperato Bill Clinton, appena Benjamin Netanyahu uscì dallo studio ovale. Era il luglio 1996, l'israeliano era appena diventato premier e il presidente si aspettava che confermasse l'adesione agli accordi di Oslo con i

    – di Ugo Tramballi

    Il Grande Caos

    Notizie dell'ultima settimana. Conflitto sempre più aperto fra Israele e Iran, in Siria; due presidenti a Caracas; nuove minacce russe su Narva, Estonia. Apparentemente niente di buono sotto il sole ma nemmeno di nuovo: è difficile trovare negli annali un momento nel quale il mondo sia stato armoniosamente in pace, da un polo all'altro. Ma il quadro globale dentro il quale agiscono riformatori e provocatori, santi e guerrieri, deboli e forti, leder eletti, dittatori e cialtroni, è molto cambiat...

    – Ugo Tramballi

    I veri nemici d'Israele

    Prima ancora di fissare le strategie elettorali con i partiti insieme ai quali ha governato e probabilmente governerà, Bibi Netanyahu ha incontrato i capi dei coloni subito dopo avere annunciato elezioni anticipate. "Un governo di sinistra metterebbe in pericolo il movimento dei settler" nei Territori occupati palestinesi; "Dobbiamo vincere le prossime elezioni: è una battaglia per la nostra casa", ha spiegato il premier. Nethanyahu ha la capacità di dire cose diverse a diversi interlocutori: i...

    – Ugo Tramballi

    Il Natale triste di Betlemme nella «disputa» tra palestinesi e israeliani

    Le bande dei boy-scout venute da tutta la Palestina, scendono dal suq uguale alla quinta di un presepe: case a cupola, campanili e minareti. Attraversano la piazza della Mangiatoia e davanti alla chiesa della Natività, svoltano a sinistra, marciando verso altri vicoli del cuore di Betlemme. E' così

    – di Ugo Tramballi

    Elezioni midterm, come cambierà la politica estera di Trump

    «E' ufficiale», diceva prima delle elezioni Wesleyan Media Project, uno dei più credibili centri di ricerca americani: «Midterm 2018 è tutto sul sistema sanitario», l'Affordable Care Act, meglio noto come Obamacare che Donald Trump vorrebbe eliminare dalla faccia degli Stati Uniti.Wesleyan avevano

    – di Ugo Tramballi

    Putin re d'Israele

    C'era una tradizione nel potere politico e militare israeliano: si trattasse di un'operazione antiterrorismo, della lenta vendetta contro gli organizzatori della strage olimpica di Monaco o di un bombardamento in Siria, l'ordine era di tacere. Raramente negare con sdegno; più spesso non confermare né smentire, ma solo se si lasciano tracce compromettenti. Ammettere, mai. Lunedì scorso quattro F16 sono in missione tra Libano e Siria, per distruggere una struttura militare che produceva armi di p...

    – Ugo Tramballi

    Israele e Iran: sindromi belliche

    Il Washington Post l'ha chiamata "Trump derangement syndrome". E' quella forma di squilibrio mentale a causa della quale la persona che detestiamo polarizza così tanto la nostra ostilità da radicalizzare le opinioni. Per esempio: Donald Trump è talmente prono a Vladimir Putin che i democratici più liberal, sempre favorevoli al dialogo, oggi sono anti-russi quanto i repubblicani con tendenze da Dottor Stranamore come John McCain. O chi è sempre stato per una soluzione diplomatica del nucleare No...

    – Ugo Tramballi

    «Israele Stato-Nazione degli ebrei», ecco perché la legge fa discutere

    Chiunque sia stato in Israele, atterrando a Ben Gurion non ha mai pensato di arrivare in un luogo diverso dal paese degli ebrei. La Menorah e la stella di Davide come simbolo dello stato; le strisce azzurre nella bandiera che ricordano il tallit, il mantello di preghiera ebraico. La lingua. E

    – di Ugo Tramballi

1-10 di 234 risultati