Persone

Beatrice Lorenzin

Beatrice Lorenzin è nata il 14 ottobre del 1971 a Roma ed è una politica italiana, riveste dal 28 aprile del 2013 la carica di Ministro della Salute, prima nel Governo Letta, poi in quello Renzi ed attualmente in quello Gentiloni.

E' la quinta donna ad essere Ministro della Salute dopo Tina Anselmi, Mariapia Garavaglia, Rosy Bindi e Livia Turco.

Titolare del diploma di maturità classica, Beatrice Lorenzin si è avvicinata all'attività politica a partire dal 1996, quando ha preso parte al movimento giovanile di Forza Italia nel Lazio.

Nell'ottobre del 1997 è stata eletta nella lista di Forza Italia, al Consiglio del XIII Municipio di Roma.

Nell'aprile 1999 diviene Coordinatore Regionale del Lazio del movimento giovanile di Forza Italia.

Nel maggio del 2001 conquista la carica di Consigliere comunale di Roma. Unica donna nella coalizione di centrodestra, diventa Vicepresidente della commissione Donne Elette e Vicepresidente del Gruppo consiliare di Forza Italia.

Tra il 2005 e la metà del 2006 è Capo della Segreteria Tecnica del Sottosegretario all'Informazione, Comunicazione e Editoria presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Nel maggio del 2005 è nominata Coordinatore Regionale di Forza Italia per il Lazio.

Dal settembre 2006 al marzo 2008 ricopre il ruolo di Coordinatore Nazionale di Forza Italia - Giovani per la Libertà.

Nel 2008 prende parte alle elezioni politiche nella lista del PDL e viene eletta alla Camera dei deputati. Durante la XIV legislatura diventa membro del Consiglio Direttivo del gruppo PdL alla Camera e della commissione Affari Costituzionali della Camera, della Commissione Bicamerale per l'Attuazione del Federalismo Fiscale e della Commissione Parlamentare per l'Infanzia.

Viene riconfermata alla Camera dei deputati nelle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio del 2013.

Il 16 novembre del 2013, in occasione dello scioglimento del Popolo delle Libertà e della rifondazione di Forza Italia, decide di non aderirvi e di confluire nel Nuovo Centro Destra guidato da Angelino Alfano.

Nell'aprile 2014 si candida alle Elezioni europee come capolista del Nuovo Centrodestra-Unione di Centro nella Circoscrizione Italia centrale ma pur risultando la più votata della colizione con 33.300 voti, non viene eletta.

E' sposata dal 10 settembre del 2016 con Alessandro Picardi e madre di due gemelli,

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | FI | Beatrice Lorenzin | Camera dei deputati | Angelino Alfano | PDL | Livia Turco | Rosy Bindi | Ministero della Sanità | Alessandro Picardi | Tina Anselmi | Italia Centrale | Donne Elette | Governo Letta | XIII | Governo Renzi | Mariapia Garavaglia |

Ultime notizie su Beatrice Lorenzin

    Vaccini e scuola: resta l'obbligo, ma fino al 10 marzo basterà l'autocertificazione

    Lorenzin: emendamento gravissimo L’iter dell'emendamento stesso è stato all’insegna delle polemiche: nel primo voto parlamentare si è infatti registrato il dissenso di due deputati, uno della Lega e uno di M5s (Boldi e Trizzino), mentre l’ex ministro Beatrice Lorenzin ha parlato di un «emendamento gravissimo», perché «abbiamo visto che esiste un movimento organizzato che predispone autocertificazioni false».

    – di Alessia Tripodi

    Vaccini, il Senato rinvia al 2019 il divieto di accesso a nidi e materne

    l’ex ministra Lorenzin: hanno vinto i no-vax Come preannunciato dalla ministra della Salute Giulia Grillo lo slittamento degli obblighi vaccinali previsti dal decreto Lorenzin permetterà a tutti i bambini di accedere, a settembre, alle scuole dell'infanzia, ed è stata voluta dalla maggioranza in attesa della presentazione di un ddl ad hoc sui vaccini su cui è al lavoro in particolare il M5S. ...della Salute Beatrice Lorenzin.

    – di Vittorio Nuti

    Calabria, sanità allo stremo: un paziente su sei emigra al Nord

    Da più di un anno il presidente della Regione Mario Oliverio chiede ai ministri della Sanità (prima Beatrice Lorenzin, oggi Giulia Grillo) di chiudere il capitolo del commissariamento («dal 2010 ha attivato solo processi ragionieristici eludendo la missione principe del servizio sanitario che è quello di garantire cure e tutela della salute ai cittadini», ha denunciato più volte Oliverio), per poter gestire direttamente la sanità, come è già accaduto in Campania per il governatore Vincenzo De...

    – di Donata Marrazzo

    I numeri (impossibili) di un governo di tregua

    Da quanti numeri partirebbe il governo «neutrale» che il presidente della Repubblica vorrebbe mettere in campo per scongiurare un ritorno immediato alle urne e guidare il Paese fino all'inizio del 2019? Se ci si attiene alle dichiarazioni pubbliche dei leader politici di questi lunghi giorni di

    – di Riccardo Ferrazza

    Gruppo misto, bacino di «riserva» per governi di minoranza

    Quello misto è il primo gruppo ad aver subito uno "scossone" in questo scorcio di legislatura. Partito con 36 membri, è sceso a quota 22 dopo la deroga concessa dall'Ufficio di presidenza della Camera alla costituzione del gruppo autonomo di Liberi e uguali (contava su 14 deputati, per regolamento

    – di Andrea Gagliardi

    Effetto Rosatellum e nuovo regolamento al Senato, calano i gruppi parlamentari

    Sei gruppi alla Camera e sette al Senato. Quella che ha aperto i battenti si configura come una legislatura "snella" sul fronte dei gruppi parlamentari rispetto alle precedenti (solo a inizio 2008 si è riusciti ad avere numeri paragonabili, con soli 6 gruppi). Un assetto favorito in parte dal nuovo

    – di A. Gagliardi e A. Marini

1-10 di 657 risultati