Le nostre Firme

Barry Eichengreen

Barry Eichengreen è professore di Economia e Scienza politica all'Università di Berkeley. Il suo campo di ricerca principale è il sistema monetario e finanziario internazionale.

Nato nel 1952, si è laureato a Yale nel 1976 ottenendo nella stessa Università il Ph.D. in Economia nel 1979.

Barry Eichengreen è stato consluente del Fondo Monetario Internazionale nel 1997 e nel 1998.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Barry Eichengreen

    G7 e Corea, Trump e il (dis)ordine mondiale

    L'esibizione, abbreviata, di Donald Trump al vertice del G7 in Canada, dove il presidente americano si è malamente scontrato con sei dei tradizionali alleati dell'America (vedi il tweet con il quale ha disconosciuto i risultati del vertice), ha rappresentato il momento culminante di un mese

    – di Barry Eichengreen

    L'eredità del miracolo economico

    Nel 1965, quando comparve nelle edicole il primo numero del Sole 24 Ore, l'Italia era nel pieno di un boom economico straordinario. Dal 1950 al 1973 il Pil per ora lavorata crebbe a un tasso medio annuo del 5 per cento, un record storico. Una crescita vigorosa che contrasta nettamente con

    – di Barry Eichengreen

    Il «fascino» del modello autoritario di Pechino

    La Cina diventerà la più importante potenza economica e geopolitica al mondo nel volgere di poco? O ha già raggiunto questo status, come alcuni ipotizzano? E, nel caso in cui la risposta a entrambe le domande fosse affermativa, quali sarebbero le implicazioni globali per il futuro della democrazia?

    – di Barry Eichengreen

    Data in Advance of Theory

    Advanced training in economics, its critics lament, is out of touch with the times. In the first year of graduate programs - all graduate programs - students receive detailed tutoring in methods. Instruction focuses on technique, abstracting from real-world problems.

    – by Barry Eichengreen

    Così i big data sono già nei campus

    La formazione economica avanzata, lamentano i critici, non è al passo con i tempi. Nel primo anno dei corsi di laurea specialistici - in tutte le università - gli studenti vengono accuratamente istruiti sulla metodologia. L'insegnamento è incentrato sulla tecnica, astratto dai problemi del mondo

    – di Barry Eichengreen

    Perché il dollaro non è morto ma non sta bene

    Mark Twain non ha mai detto «La notizia della mia morte è alquanto esagerata», ma la falsa citazione è troppo simpatica per non riusarla. E il concetto che ne è alla base non potrebbe essere più calzante per discutere del ruolo internazionale del dollaro.

    – di Barry Eichengreen

    Il sentiero stretto che attende l'Europa

    La vittoria di Emmanuel Macron alle elezioni presidenziali francesi, e un comodo vantaggio nei sondaggi di opinione dell'Unione Cristiano-Democratica, il partito di Angela Merkel, prima delle elezioni politiche generali in Germania del 24 settembre, hanno determinato un'apertura a favore della

    – di Barry Eichengreen

    Brexit, la rivincita degli «esperti» sull'economia britannica

    Il dibattito sulla Brexit è una fonte infinita di piacere per chiunque sia dotato di humor nero. La mia battuta preferita è stata pronunciata da Michael Gove, ora segretario per l'ambiente della Gran Bretagna. Prima del referendum sulla Brexit nel giugno 2016, Gove, allora segretario alla giustizia

    – di Barry Eichengreen

    La Cina di oggi simile alla Thailandia del '97

    Questo mese si celebra l'anniversario della crisi finanziaria asiatica o più precisamente, dell'evento che il 2 luglio 1997 provocò la crisi: la svalutazione del baht thailandese. Se da un lato questi anniversari non sono motivo di festeggiamento, dall'altro offrono l'opportunità di guardare al

    – di Barry Eichengreen

1-10 di 99 risultati