Aziende

Barilla

Barilla Spa è una multinazionale italiana, attiva nel settore dell’alimentare. È leader mondiale nel mercato della pasta, dei sughi pronti in Europa, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi scandinavi.

A livello globale, Barilla Spa conta 29 siti di produzione (14 in Italia e 15 all’estero), 8290 dipendenti e un’attività di esportazione che tocca 125 Paesi, distribuiti soprattutto in Europa, America Asia e Oceania. La capogruppo, guidata dal Presidente Guido Maria Barilla, controlla anche i marchi: Academia Barilla, Filiz, Golden Toast, Harry's, Lieken Urkorn, Misko, Mulino Bianco, Number 1 Logistics Group, Pavesi,Vesta Yemina, Wasa e Sanson.

Nata come bottega per pane e pasta, l’azienda è stata fondata a Parma nel 1877 da Pietro Barilla, al quale nel 1912 sono succeduti i figli Gualtiero e Riccardo. Nel 1960 Barilla si è trasformata in società per azioni e nel 1970 è stata ceduta alla multinazionale statunitense W. R. Grace and Company, che nel 1975 ha assorbito la Voiello e ha ampliato la produzione con Mulino Bianco. Nel 1979 Pietro Barilla ha riacquisito il pacchetto di maggioranza della sua azienda, che negli anni novanta ha avviato un processo d’internazionalizzazione con l'acquisizione di società estere, come la greca Misko (1991), la turca Filiz (1994), la svedese Wasa (1999), le messicane Yemina e Vesta, e la tedesca Kamps AG (2002). In Italia ha acquisito la Pavesi (1992).

Il fatturato del 2015 è stato di 3383 mioni di euro.

Ultimo aggiornamento 18 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Pietro Barilla | Vesta Yemina | Italia | Barilla Spa | Guido Maria Barilla | Sanson | Società per Azioni | Logistics Group | Grace R. | Kamps AG |

Ultime notizie su Barilla

    Le imprese di famiglia sapranno reagire all'offensiva del Covid-19?

    In questi giorni in cui si susseguono notizie contrastanti e a dire il vero prevalentemente negative sul futuro dell'economia nei prossimi mesi, continuo a ripensare alla crisi del 2008/2011. In quegli anni e nei successivi ci siamo occupati di diverse operazioni di risanamento aziendale e ciò che mi colpì ed ancora mi colpisce fu l'atteggiamento dell'imprenditore pronto ad affondare con la sua nave, quasi ad ubbidire ad antiche leggi di marina piuttosto che cedere l'azienda, tutelare la famigl...

    – Andrea Arrigo Panato

    Italy, the restart: ora serve passare dalle parole ai fatti

    La tre giorni del "made in Italy, the restart" ha messo in luce un patrimonio importante d'imprenditorialità che permette di affrontare al meglio la sfida necessaria per ridare slancio all'economia e allo sviluppo

    – di Fabio Tamburini

    Gts, la Ryanair dei binari pronta ad aprire il capitale ai fondi

    I private equity aprono il dossier del gruppo Gts, società di Bari specializzata nel trasporto intermodale di merci. Il gruppo, di proprietà della famiglia Muciaccia e guidato dal Ceo Alessio Muciaccia e dal general manager Giuseppe Desantis, starebbe infatti puntando a prendere a bordo un private equity in minoranza con circa il 25 per cento. Sul dossier, per conto degli azionisti, starebbe lavorando secondo i rumors Mediobanca. Gts viene soprannominata la Ryanair dei binari: attiva nel setto...

    – Carlo Festa

    Dopo l'emergenza l'agrifood punta sull'innovazione

    Uno dei settori chiave dell'economia italiana, secondo comparto economico del Paese alle spalle della meccanica ma anche un settore che - grazie a prodotti come il vino, la pasta e ai prodotti a denominazione d'origine - è soprattutto un vero e proprio ambasciatore del made in Italy nel mondo, vuole ritrovare la propria centralità sui mercati

    – di Giorgio dell'Orefice

    Spazio, Fraccaro: programmi confermati nonostante la riduzione del budget Ue

    ? Manzoni (Banco BPM): un Patto per l'Italia che punti sulla sostenibilità? Alfonso (Simest): ora fare sistema, focus su sostenibilità e digitalizzazione? Dompé: rivedere sistemi sanitari, si vince tutti assieme? Marchesini (Confindustria): rilanciare digitalizzazione e 4.0 ? Barilla: con la pandemia grande spirito di servizio? Della Valle: dopo il Covid-19 scenario nuovo, ripensare il modello di business ? Profumo (Leonardo): risultati grazie a coordinamento con la filiera? Fraccaro: dall'aeros...

    – di Nicola Barone

    Le tre F che fanno grandi l'Italia: fashion, furniture, food

    Tre giorni dedicati al Made in Italy e al rilancio dell'economia italiana nel mondo post-Covid. Si è appena chiusa la prima giornata di lavori in partnership tra ll Sole 24 Ore e Financial Times che ha visto protagonisti il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, i ministri dello Sviluppo

    – di Redazione

1-10 di 921 risultati